Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

A Tirana il Refereeing Assistance Programme

09/03/2015, 09:50

Si è concluso a Tirana il Refereeing Assistance Programme (RAP) per istruttori tecnici e preparatori atletici.
Il corso, che si svolge in tutte le confederazioni continentali sotto l’egida della FIFA, si propone come obiettivo l’uniformità delle federazioni arbitrali non solo sotto il punto di vista tecnico ma anche sotto il profilo della preparazione atletica degli arbitri. Al settimo corso RAP in Albania, al quale hanno partecipato tutte le 54 federazioni appartenenti alla UEFA, hanno rappresentato l’Associazione Italiana Arbitri: Luca Gaggero (responsabile del modulo formazione del Settore Tecnico) e Katia Senesi (vice commissario CAI) per il corso tecnico, Alberto Catastini (componente modulo preparazione atletica del Settore Tecnico) per il corso riservato ai preparatori atletici.
La parte prettamente tecnica, seguita dagli istruttori UEFA Hugh Dallas e Vlado Sajn insieme agli istruttori FIFA Steve Bennett e Fernando Tresaco ha evidenziato le nuove direttive ed interpretazioni delle regole con l’obiettivo di avere una applicazione uniforme nei vari campionati per la stagione 2015/2016. La spiegazione delle interpretazioni su fuorigioco, fallo di mano, condotta gravemente sleale, grave fallo di gioco, condotta violenta, sono avvenute attraverso l’analisi di filmati provenienti da tutti gli stati membri dell’UEFA, con una condivisione in lavori di gruppo delle analisi e dei risultati. Una particolare attenzione è stata dedicata alle nuove tecnologie di insegnamento e di miglioramento della prestazione arbitrale: dall’utilizzo delle riprese con telecamere durante gli allenamenti degli arbitri, ad una nuova concezione di videotest con supporti informatici per svolgerli on line. Si è inoltre rafforzata l’analisi delle tattiche delle squadre con supporti video dedicati, per poter meglio interpretare la gara da parte degli arbitri con posizionamenti adeguati in ogni fase del gioco.
Il corso atletico, seguito dagli istruttori Werner Helsen, Grzegorz Krzosek, Roman Jahoda e Simon Breivik, ha centrato i lavori d’aula su alcuni tipi di allenamento per migliorare le abilità come la Speed, Speed Endurance, Repeated Sprint Ability e High Intensity ed esercizi per la injury prevention per arbitri ed assistenti anche con alcune sedute svolte sul terreno di gioco. Durante il corso c'è stata la possibilità di aggiornarsi sulle metodiche di allenamento delle capacità che secondo recenti studi anche italiani, devono essere proprie di un arbitro di calcio per migliorare la performance atletica.

Nelle foto sotto:
- Katia Senesi e Luca Gaggero
- Katia Senesi e Luca Gaggero con istruttori di San Marino
- Alberto Catastini
- Alberto Catastini con gruppo preparatori atletici

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente