Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

A Matticoli la finale Portogallo-Tahiti dei Mondiali di Beach Soccer

RP - 19/07/2015, 13:39

Gionni Matticoli, il nostro portabandiera ai Mondiali di Beach Soccer, che si concludono oggi, in Portogallo, è stato chiamato a dirigere la finale Tahiti – Portogallo, che si disputerà all’Espinho Stadium alle ore 18:30 locali (19:30 in Italia). La gara sarà trasmessa in diretta dal canale televisivo Eurosport 2
Assieme a Gionni sono stati designati come primo arbitro lo spagnolo Ruben Eiriz (alla sua terza finale mondiale), terzo arbitro Hugo Pado delle Isole Salomone (Solomon Islands), cronometrista Roman Borisov della Russia. Gionni Matticoli è alla sua seconda partecipazione ai Mondiali dopo l’edizione di due anni fa disputata a Tahiti, nella quale ha diretto la finale per il terzo posto.
Portogallo e Tahiti si contenderanno pertanto la Coppa del Mondo, un trofeo che non hanno mai vinto. La compagine polinesiana nell’edizione di casa nel 2013 disputò la finale per il terzo posto, mentre il Portogallo, da sempre tra le migliori squadre al mondo, ha vinto tutto nella sua storia tranne il Mondiale. Le due squadre sono giunte alla finale al termine di due semifinali spettacolari: i tahitiani hanno avuto la meglio sull’Italia ai tiri di rigore per 3-1 dopo che la gara si è conclusa con il risultato di 6-6; il Portogallo ha regolato i campioni uscenti della Russia per 4-2.
Alle ore 17:00 (18:00 in Italia) si disputerà la finale per il terzo posto tra gli Azzurri e i russi.
Il Presidente dell’AIA Marcello Nicchi con il Vice Narciso Pisacreta ed i componenti del Comitato nazionale, a nome di tutto il movimento arbitrale italiano, nel congratularsi con il nostro arbitro internazionale per le brillanti prestazioni fornite durante la manifestazione, formulano un grande in bocca al lupo a Gionni.

Nella foto, Matticoli in posa con la Coppa del Mondo.
In gallery, alcune immagini di Gionni Matticoli durante la gara Brasile – Iran; l’Espinho Stadium; la fila di appassionati in coda fuori dallo stadio già da stamattina.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente