Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

CAN PRO, iniziato il raduno precampionato di Sportilia

Paolo Vilardi - 29/07/2015, 21:09

Il raduno della CAN PRO ha aperto questa mattina la serie di incontri precampionato degli arbitri nazionali. I 77 direttori di gara e gli 86 assistenti del centro nord si sono ritrovati poco prima dell’ora di pranzo a Sportilia, sul tratto appenninico dell’Emilia Romagna, location che come accade oramai da tanti anni ospiterà anche tutti gli altri stage estivi degli organi tecnici nazionali dell’AIA.
Ad attendere il drappello dei convocati la commissione del neo responsabile Danilo Giannoccaro (ex commissario della CAI), subentrato a Roberto Rosetti ad inizio mese. Nella sua “squadra” i vice commissari Roberto Bettin, Christian Brighi, Sandro Rossomando e la new entry Renato Faverani, assistente nella finale dei Mondiali brasiliani del 2014, dismesso a giugno dal ruolo per limiti di età.
Dopo il pranzo gran lavoro per i tre dottori designati dal modulo biomedico del Settore Tecnico, Rosario Sciuto, Pasquale Fedele e Claudio Castellini, che dopo aver controllato la validità dei certificati di idoneità all’attività agonistica hanno sottoposto i convocati alle consuete visite mediche di apertura raduno (peso, altezza, visus, ecc.).
Alle 17 i convocati sono stati dislocati sui due campi principali della struttura sportiva per il primo allenamento di questa intensa cinque giorni, coordinato dal responsabile della preparazione atletica della CAN PRO, Marco Lucarelli, che si avvale della collaborazione di Vincenzo Gualtieri, Alberto Catastini e Gilberto Rocchetti (tutti del modulo preparazione atletica del Settore Tecnico), nonché dei preparatori Venerando Tonon, Alessandro Renai, Duccio Angelini e Giancarlo Testa; presente inoltre a Sportilia Matteo Forlini, collaboratore del metodologo dell’AIA Carlo Castagna, per il monitoraggio dei carichi di allenamento. Dopo la fase di riscaldamento arbitri e assistenti hanno sostenuto una seduta defaticante, propedeutica agli impegnativi test atletici dei prossimi giorni.
Alle 19:15 tutti nella sala congressi per l’apertura ufficiale del raduno, a cura del commissario Danilo Giannoccaro. Dopo le presentazioni di rito significativa la frase di quest’ultimo rivolta ai presenti: “Qui alla CAN PRO siete tutti competenti. La differenza la fanno i dettagli”.
Dopo cena la commissione ha tenuto una riunione con i “primi anni”, arbitri e assistenti all’esordio nella categoria, dopodiché tutti sono stati sottoposti ai test tecnici interattivi, somministrati da Lorenzo Bonello del Settore Tecnico.

Nella foto principale Danilo Giannoccaro durante l’apertura del raduno. Nella gallery alcuni scatti durante le visite mediche e nel corso del primo allenamento dello stage.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente