Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Due giorni di raduno per arbitri ed osservatori della CAN PRO

Giorgio Ermanno Minafra - 28/08/2015, 19:34

Due giorni di lavori intensi per il gruppo arbitri e osservatori della CAN PRO, che si è radunato a Tivoli Terme per prepararsi al meglio all'inizio del campionato previsto il 6 settembre, salvo ricorsi e delibere ulteriori degli Organi di Giustizia Sportiva. Proprio questo è stato il primo tema affrontato da Danilo Giannoccaro, rientrato da Firenze dopo la presentazione dei calendari, dove ha ricevuto i complimenti per “la splendida macchina organizzativa e l’elevato grado di preparazione della classe arbitrale” dal Tommaso Miele, Commissario Straordinario di Lega Pro. Nell'occasione è stato annunciato per fine settembre un incontro fra arbitri, capitani e dirigenti di tutte le società, la conferma delle dirette sul canale tematico Sportube e dello svolgimento differito delle giornate di campionato.
Dopo il sentito ricordo a Luca Colosimo, per il quale verrà istituito un premio dalla Lega Pro, il primo step dei lavori in aula sono stati i test sul Regolamento, effettuati e corretti dal componente del Settore Tecnico, Sergio Coppetelli: massima soddisfazione della Commissione per i risultati ottenuti dalla prova tecnica da entrambi gruppi. Pomeriggio del giovedì che scivola via analizzando per più di tre ore i filmati su quanto emerso nel finale della scorsa stagione in tutti i campionati, focalizzandosi in primis sul tema della condotta gravemente sleale: “falli che ovviamente impediscono una chiara occasione da rete devono essere puniti con il rosso, non esistono casi al limite, siamo fra i 150 arbitri migliori di Italia e non dobbiamo avere dubbi”, le parole di Giannoccaro. Costruttivo il dibattito fra arbitri, osservatori e la Commissione sui diversi casi visionati, che ha permesso di evidenziare anche lo spostamento, la gestione del riscaldamento dei calciatori e l’aspetto comportamentale con quest’ultimi. Numerosi gli interventi di Sandro Rossomando e del nuovo componente Renato Faverani, che si sono soffermati sul rapporto arbitro e assistente, ricordando le linee guida dettate nei raduni di Sportilia, e analizzando i video sui falli dentro o fuori l’area di rigore, sulle rimesse laterali e sul fuorigioco, dove va perfezionato il contatto visivo non essendoci l’uso degli auricolari. Dopo cena il saluto del Vice Presidente dell'AIA Narciso Pisacreta, che ha ricordato come la nostra sia un’Associazione rispettata e presa d’esempio da tutte le componenti federali, sempre pronta e affidabile per la riuscita dei campionati, omaggiando infine arbitri e osservatori di un grande in bocca al lupo per l’inizio della stagione. I lavori sono continuati riprendendo il concetto di briefing pre-gara, per gli arbitri, con Christian Brighi e sugli aspetti valutativi della terna, per gli osservatori, con Giannoccaro e Roberto Bettin.
Venerdì mattina controlli del peso per gli arbitri che poi si sono ritrovati sul campo sportivo di Guidonia per le consuete prove atletiche, effettuate grazie al prezioso lavoro dei preparatori atletici e staff sanitario, accorso già all’alba. In contemporanea gli osservatori hanno continuato i loro lavori con Giannoccaro e il resto della Commissione, riprendendo il tema con il quale si era chiusa la serata precedente. Con il ritorno degli arbitri in aula ci si è soffermati nuovamente sulla nuova definizione del fuorigioco, valutando il concetto di “impattare la visione e impedirne la giocata”, cercando di rendere chiare anche le situazioni più spinose, “we have to understand the Football, dobbiamo capirne di Calcio” ama dire Faverani, riprendendo anche le ultime Circolari dell’IFAB e direttive UEFA. Con il pranzo si chiude l’intensa attività della CAN PRO, e un mese dopo il raduno di Sportilia, arbitri e osservatori sono pronti più che mai ad iniziare questo campionato e a scendere in campo, dimostrando il proprio valore.

Nella foto in home il Vicepresidente dell'AIA Narciso Pisacreta ed il Commissario della CAN PRO Danilo Giannoccaro. Nelle altre foto alcuni momenti del raduno.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente