Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Arbitri CAI pronti per la stagione

RP - 01/09/2015, 11:10

La terza giornata del Raduno CAI in corso di svolgimento a Sportilia si è aperta con l’effettuazione delle prove atletiche per i 150 arbitri in organico. Al campo “Gabetto” dopo esercizi di riscaldamento, via alle prove di velocità ed allo yo-yo, coordinate dal Vice responsabile Francesco Milardi e dal coordinatore del Settore Tecnico Marcello Marcato e seguite dal gruppo dei preparatori atletici guidato da Lucarelli e composto da Gualtieri, Defina, Sabattani e Berdini. Presente al campo anche lo staff dei fisioterapisti con Siscaro, Pagliarulo, Montanari e Vecchi.
Al rientro in aula l’incontro con la dott.ssa Eva Iorio, psicologo, che per il secondo anno consecutivo collabora con l’AIA; dopo una serie di esercitazioni pratiche con la simulazione di circostanze complicate che possono accadere in campo, sono stati analizzati i modi di relazionarsi passivo, assertivo ed aggressivo. Lo psicologo ha parlato di come si eserciti la leadership in campo e dell’importanza del linguaggio non verbale, compiuto dai movimenti corporei, per veicolare una corretta comunicazione. Un momento di confronto tra lo psicologo Eva Iorio ed i ragazzi, un’utile occasione di crescita con l’acquisizione di maggiori conoscenze.
Dopo pranzo, al rientro in aula la lettura da parte del responsabile Vincenzo Fiorenza di un messaggio di buon lavoro e auguri da parte di Massimiliano Velotto, lo scorso anno componente della Commissione, che ha ricevuto un applauso dalla platea. Quindi la magistrale spiegazione della Circolare n. 1 da parte dei componenti del Settore Tecnico, Vincenzo Meli e Renzo Masini. Al termine, ritorno al campo “Gabetto” dove i ragazzi, seduti in tribuna, hanno assistito ad una lezione pratica sullo spostamento e sul posizionamento da adottare in alcune circostanze. Sono state analizzate varie situazioni su riprese di gioco come il calcio d’inizio, i calci di punizione, calci d’angolo, calci di rigore e rimesse dalla linea laterale. La simulazione delle situazioni riguardava anche azioni di gioco con la componente CAI Katia Senesi, che interpretava l’arbitro, che ha mostrato come ci debba spostare per non intralciare lo sviluppo del gioco ma anche per avere la migliore e panoramica visione di quanto accade, con altri suoi colleghi della Commissione che fungevano da calciatori.
In serata analisi dei filmati con episodi di condotta gravemente sleale e condotta violenta commentati dal responsabile Vincenzo Fiorenza e dai componenti Roberto Branciforte, Sauro Cerofolini, Nazzareno Ceccarelli, Paolo Consonni, Raffaele Giove, Maurizio Toscano e Renato Buda, mentre Luigi Stella ha parlato nello specifico degli osservatori, delle modalità del colloquio e delle supervisioni.

Nella foto in alto, i lavori in aula.
Nelle altre foto: due momenti delle prove atletiche; Fiorenza tra i “suoi” ragazzi; la dott.ssa Eva Iorio; la prova pratica in campo; Fiorenza spiega agli arbitri posizionati in tribuna le posizioni da prendere in campo; la Commissione, sopra da sn. Consonni, Buda, Ceccarelli, Gregori, Cerofolini, Stella, Caroleo, in basso da sn. Toscano, Giove, Senesi, Fiorenza, Branciforte, Occhipinti.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente