Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Ha preso il via a Sportilia il raduno precampionato della CAN 5

Caterina Pittelli - 02/09/2015, 22:12

Al via il raduno precampionato CAN 5 che vedrà coinvolti arbitri e osservatori dal 2 al 7 settembre presso il centro di Sportilia. Ritmi serrati quelli previsti, e non potrebbe essere altrimenti, molti gli argomenti da trattare e niente tempo da perdere.
Non può che essere il Commissario Massimo Cumbo a dare il benvenuto ai presenti convocati nel primo gruppo, tra cui i 58 neopromossi che per la prima volta si affacciano ad un panorama nazionale. “Questi momenti sono fondamentali, affrontateli con serenità e senza ansia, siete arbitri nazionali!”, queste le parole del Responsabile in quella che di certo non si rivela una semplice lezione frontale ma piuttosto un confronto in un “momento massimo di condivisione del quale si deve saper approfittare”.
Non solo aula in queste prime ore ma anche allenamento assistiti dai preparatori, occasione da sfruttare per gestire al meglio i test atlecici previsti per domani.
A seguire, il primo momento formativo è incentrato sugli aspetti tecnici quali gestione delle panchine, mass confrontation, contatti alti, vantaggio dopo il quinto fallo e sostituzione nella decisione, supportati anche dalla visione di video, somministrati grazie all'intervento multimediale fornito dal Settore Tecnico nella persona di Antonio Mazza, Coordinatore del modulo per il Calcio a 5. Si ha così avuto modo di analizzare dettagliatamente tali argomenti, in quanto “quello che vogliamo sono decisioni immediate. Noi arbitriamo in coppia, va da se che dobbiamo essere piuttosto dinamici per garantire la massima uniformità”.
La serata continua con approfondimenti relativi a falli di mano, condotta gravemente sleale, distanze sulle riprese di gioco ma anche su aspetti quali il portale della CAN 5, Ge.Ri.Co ed il referto elettronico. Inoltre sono stati definiti i gruppi di studio ai quali sono stati sottoposti dei casi pratici che verranno elaborati nel corso del raduno ed esposti nel debriefing durante l'ultimo giorno. I lavori si sono conclusi alle ore 24.00, prima del solito, per permettere ai direttori di gara di prendere parte ai test atletici di domani mattina.

Nelle fotografie l'intervento del Commissario Massimo Cumbo ed alcuni momenti delle riunioni e dell'allenamento sul terreno di giuoco.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente