Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il Presidente Nicchi al raduno della CAN 5 “Stiamo investendo nel futsal”

Caterina Pittelli - 04/09/2015, 22:58

Terzo giorno del raduno Can5 che prende il via con il lavoro differenziato sul campo dedicato ai “primi anni” e la consueta seduta di allenamento per gli altri presenti. A seguire, l'arrivo degli arbitri del secondo turno e il debriefing dei casi affidati ai dieci gruppi di studio nella fase iniziale; ciascun rappresentante ha esposto quanto prodotto insieme, sollecitato dall'intervento del Commissario Massimo Cumbo.
Momento cruciale della giornata è l'arrivo del Presidente dell'AIA Marcello Nicchi che, accompagnato dal Presidente della Divisione Calcio a 5 Fabrizio Tonelli e dal Vice Presidente Vicario Alfredo Zaccardi, ha aperto la riunione plenaria.
Il primo intervento è quello di Tonelli: “Sono più di 15 anni che facciamo questo incontro di indirizzo e saluto per una stagione che sta per iniziare, c'è stata una continua crescita, testimoniata dalla presenza di un Organo Tecnico Nazionale. Voi siete uomini giusti portatori di regole giuste. È una cosa a cui credo particolarmente e che voglio ripetere sempre. Come arbitri avete la libertà di sbagliare dal punto di vista tecnico ma questo coniuga la responsabilità, il giudizio e la competenza. Questi sono gli obiettivi fondamentali da tenere sempre presente. La passata stagione si è conclusa con gare di altissimo livello, avete fatto bene. Vi chiedo di essere sempre preparati, pronti, attenti. Siate autorevoli e non autoritari, continuate a lavorare con grande passione”.
A seguire l'intervento di Nicchi: “Sono molto contento di come vanno i lavori di questa Commissione. L'aumento dell'attenzione verso il calcio a 5 ve lo siete meritato. Davanti a me vedo una moltitudine di persone per bene, prima ancora che arbitri, e questo mi inorgoglisce”. Poi un passaggio sulla violenza: “Noi saremo inflessibili. Chi non è all'altezza di fare sport non deve entrare nei palazzetti. Minimizzare significa fare del male a chi si impegna. Noi stiamo investendo nel futsal, perché voi ci state facendo fare una bella figura nei confronti di tutti. Siete gente che lavora con serietà, grandi atleti, uomini e donne che stanno dando degli esempi positivi. Sono certo che anche quest'anno farete molto bene, così come sono sicuro che l'AIA avrà un grande futuro. Noi abbiamo nel nostro dna il rispetto del prossimo e delle regole”.
Dopo pranzo la consueta foto di gruppo e l'intervento del Giudice Sportivo della Divisione Calcio a 5 Renato Giuffrida che, coaudiuvato da Domenico Trombetta Rappresentante AIA presso il Giudice Sportivo e Marco Biagini Responsabile dell'ufficio del Giudice Sportivo, ha posto l'attenzione sulla corretta compilazione del referto elettronico. Questo facilita il lavoro dell'arbitro ma il tutto dev'essere redatto con grande attenzione. “Dobbiamo continuare il percorso di crescita anche nella refertazione”.
A seguire la psicologa Eva Iorio e il suo intervento sulla comunicazione che ha coinvolto i presenti in un'esercitazione pratica, illustrando i ruoli di arbitro assertivo e aggressivo. “Saper comunicare in modo adeguato permette di avere successo. Sul campo ci troviamo nella situazione in cui due cervelli agiscono sullo stesso evento, diventa quindi necessaria una valida comunicazione non verbale. Saper comunicare significa cancellare i pregiudizi, evitare valutazioni affrettate, eliminare le distrazioni, mantenere il riscontro visivo e controllare la propria emotività, evitando conflitti inutili”.
Di ritorno dall'allenamento e salutati gli arbitri del primo gruppo è di nuovo il tempo di lavorare in aula e di approfondire con i nuovi arrivati argomenti quali gestione delle panchine, mass confrontation, contatti alti, vantaggio dopo il quinto fallo e sostituzione nella decisione attraverso la visione di video messi a disposizione dal Settore Tecnico con la guida di Antonio Mazza.
A conclusione della giornata, dopo l'assegnazione dei casi per i gruppi di studio che verranno analizzati nel corso del debriefing di domenica, la Commissione è impegnata fino a tarda serata con i lavori di match analysis che vede coinvolti i direttori più importanti del panorama nazionale.

Nella foto in home l'intervento del Presidente dell'AIA Marcello Nicchi.
In questa pagina, nella foto principale, il gruppo della Can 5 al completo.
Nelle altre foto: il Responsabile e i Componenti della Commissione; lavoro specifico per i "primi anni"; l'allenamento del secondo gruppo; il Presidente Nicchi ed il Presidente della Divisione Calcio a 5 Fabrizio Tonelli; l'intervento del Giudice sportivo Renato Giuffrida; la Componente Laura Scanu con la psicologa Eva Iorio; lavoro in aula.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente