Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Arbitri in campo con Save the Children

AP - 14/10/2015, 18:46

Domenica 18 ottobre 2015, in occasione dell’8a giornata, torna sui campi della Serie A TIM l’iniziativa “Un calcio alla mortalità infantile” in collaborazione con Lega Serie A, FIGC e A.I.A., nell’ambito della campagna di raccolta fondi di Save the Children Italia Every One.
Ogni anno nel mondo, 5,9 milioni di bambini sotto i 5 anni muoiono per cause banali e curabili: 1 milione di loro perde la vita nelle prime 24 ore, 16.000 ogni giorno. Dal 2000 ad oggi, anche grazie agli interventi di Save the Children - la più importante organizzazione internazionale indipendente dedicata dal 1919 a salvare i bambini e a promuovere i loro diritti - è stato dimezzato il numero di morti infantili per cause prevenibili, come diarrea o polmonite: 50 milioni di vite sono state salvate, ma ancora molto resta da fare.
Per questo il mondo del calcio scende in campo compatto con l’iniziativa “Un calcio alla mortalità infantile” invitando tutti i tifosi e simpatizzanti a sostenere Save the Children con una semplice donazione attraverso un SMS al 45505.
Il 18 ottobre, nell’ottava giornata di campionato, con anticipi e postici, saranno tutte le squadre della Serie A Tim, arbitri compresi, a schierarsi con Save the Children contro la mortalità infantile.

Save the Children – Every One
Dai un calcio alla mortalità infantile. Salva la vita a un bambino. Dona adesso al 45505

Come donare
Dall’ 8 ottobre al 1° novembre è possibile donare tramite il numero 45505:
- 2 euro per ciascun sms inviato dai cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali
- 2 o 5 euro per ciascuna chiamata fatta dallo stesso numero da rete fissa TIM, Infostrada, Fastweb e Tiscali.

Save the Children Italia
Save the Children è la più importante organizzazione internazionale indipendente dedicata dal 1919 a salvare i bambini in pericolo e a promuovere i loro diritti, subito e ovunque, con coraggio, passione, efficacia e competenza. Oggi opera in 119 paesi con una rete di 30 organizzazioni nazionali e una struttura internazionale (Save the Children International).

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente