Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il 23 gennaio si terrà l'OA DAY regionale

29/11/2015, 21:47

Sulla scia dei positivi riscontri registrati la scorsa stagione sportiva, torna anche nel 2016 l'OA DAY dedicato agli osservatori regionali. Il progetto, organizzato dal Settore Tecnico in collaborazione con la CAI, si svolgerà il prossimo 23 gennaio in contemporanea nei CRA e CPA italiani che aderiranno all'iniziativa.
La giornata formativa ricalcherà la formula della prima edizione, con la visionatura collettiva di una gara, che sarà successivamente analizzata nei suoi vari aspetti, e la valutazione dell'operato della terna. Scopo dell'iniziativa è quello di proseguire nel percorso di formazione ed aggiornamento degli osservatori, con l'obiettivo di uniformarne le valutazioni.
“Si cresce per confronto e l'OA DAY sarà un'importante occasione che gli osservatori avranno per dare l'esempio e dimostrare ai giovani che gli arbitri sono dei ricercatori e non dei presuntuosi – ha detto il Responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange -. E' impossibile fare cose nuove e diverse senza sviluppare ed utilizzare idee e metodi diversi”.
La modalità operativa, come stabilito dal Comitato Nazionale dell'AIA in occasione della recente riunione tenuta il 7 novembre a Bologna, verrà eseguita anche per i corsi di aggiornamento.
L'OA DAY regionale segue quello eseguito a livello sezionale all'inizio della Stagione Sportiva 2015/2016, che ha visto la partecipazione di un totale di 2364 osservatori suddivisi in 57 raggruppamenti dislocati in ogni parte d'Italia.
“Si tratta di un'iniziativa importante, che rappresenta una novità assoluta per quanto riguarda l'acculturamento e la crescita degli osservatori arbitrali – ha commentato il Commissario CAI Vincenzo Fiorenza -. L'OA DAY, nelle sue prime esperienze, ha già ricevuto un alto gradimento sul territorio. Questo conferma come siamo riusciti a trovare lo strumento giusto per valorizzare e raggiungere direttamente la base”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente