Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

CAN B, analisi e confronto proseguendo sulla strada tracciata

AP - 04/12/2015, 15:34

Alle porte di Roma si sono ritrovati arbitri ed assistenti della CAN B con il responsabile Stefano Farina ed i vice Cristiano Copelli e Gabriele Gava.
Giornata intensa per tutto il gruppo con l'impegno massimale nelle prove atletiche e poi in aula per la visione dei filmati, lo studio dei diversi casi e il confronto tra Commissione, arbitri ed assistenti.
Del gruppo fanno parte anche il segretario Davide Garbini, il vice responsabile del Settore Tecnico Francesco Milardi con il componente Salvatore Russo ed il dottor Antonino Cotroneo.
Lo stesso designatore Farina nel suo intervento ha voluto rimarcare alcuni concetti parlando ai ragazzi: "Siamo soddisfatti del vostro rendimento fino a questo momento della stagione, non abbassate la guardia.
La nostra forza continuare sulla strada che abbiamo intrapreso lo scorso anno nello stroncare il gioco violento.
Non certo un errore (viene citato ed analizzato una situazione dell'ultimo week end con un mancato cartellino rosso) su un episodio sfortunato, abbiamo visto interventi peggiori, ad inficiare il lavoro che state facendo.
La passata stagione sportiva ha registrato 229 espulsi e questo punto del campionato siamo gi a quota 60.
Continuate su questa strada. Sono i giocatori che devono aver pi rispetto dell'avversario. Troppi hanno rimarcato il colore del cartellino errato nella gara Brescia-Cagliari di sabato scorso, ma pochi si sono preoccupati che, se anche il provvedimento disciplinare fosse stato diverso, resta il grave infortunio del povero Dessena.
Noi ci dobbiamo sforzare di vedere e valutare meglio che possiamo tutti gli interventi pericolosi ma fondamentale che i calciatori giochino a calcio.
Non un cartellino rosso che evita infortuni di mesi!".
La due giorni continuata con l'analisi dei video delle ultime giornate con particolare attenzione oltre che al gioco violento, alla collaborazione tra arbitro ed assistenti ed ai falli di mano.
Prima della conclusione dei lavori ancora spazio ad un allenamento sul campo dopodiche i direttori di gara si sono diretti verso le destinazioni delle gare.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente