Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il raduno Top Class della CAN 5 con pellegrinaggio alla Porta Santa

Giorgio Ermanno Minafra - 18/12/2015, 13:00

E’ iniziato il raduno CAN 5 per gli arbitri della categoria Top Class a disposizione del Commissario Massimo Cumbo. Primo giorno dedicato ad un evento storico e unico: il pellegrinaggio alla Porta Santa della Città del Vaticano. Attraversato il colonnato del Bernini, il gruppo ha avuto l’onore di vivere intensamente l’emozione del Giubileo della Misericordia voluto da Papa Francesco. Prima tappa il giro all’interno della Basilica di San Pietro, dove ciascuno ha potuto pregare in modo intenso e ammirare le meraviglie di una delle bellezze più invidiate al mondo.
A metà pomeriggio i ragazzi e la commissione si sono recati all’interno della cappella della “Associazione SS. Pietro e Paolo” per la Santa Messa, celebrata dall’arcivescovo Giovanni Angelo Becciu, sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato, e dal cappellano dell’Associazione Murphy. Arbitri protagonisti e partecipi attivamente con le letture e l’offertorio durante la funzione religiosa. Nella omelia il Monsignor Becciu ha ricordato il significato del vero Natale e i valori del buon cristiano, cercando similitudini, in quest’ultimo caso, con la figura del buon arbitro, fautore di lealtà, correttezza e del rispetto delle regole. Al termine il Commissario Cumbo ha omaggiato l’arcivescovo Becciu e il cappellano Murphy con un fischietto, dei cartellini e una maglia da gara, ciascuna recante il loro nome, spiegando il significato dei simboli sulla nostra divisa. Gli arbitri hanno chiesto infine una foto di gruppo con i presenti della Associazione a chiusura di un’esperienza per molti irripetibile all’interno della Santa Sede.
In serata rientro a Tivoli Terme, sede del raduno, per una breve ma intensa riunione tecnica con visione di filmati delle gare di alcuni dei presenti. A seguire momento conviviale con i sopraggiunti ragazzi del futsal del CRA Lazio, accompagnati dagli organi tecnici Catello Abagnale e Francesco Massini e dal loro Presidente Regionale Luca Palanca. Ritrovo in aula congiunto per analizzare tutti insieme alcuni episodi del massimo campionato nazionale e europeo: due fra questi (un vantaggio con un doppio fallo e un equipaggiamento errato di un calciatore subentrato) hanno creato un bel dibattito costruttivo fra le parti, con un fitto passaggio dei microfoni, instaurando un colloquio formativo di assoluto livello e trovando alla fine la corretta applicazione tecnica e disciplinare, con la soddisfazione degli organi tecnici presenti in sala per l’alto momento di crescita vissuto dai ragazzi e per un importante scambio di idee nello studio del singolo episodio. Conclusione a mezzanotte con le parole di Cumbo e Palanca che hanno ringraziato i presenti per l’attenzione e la professionalità dimostrata fino all’ultimo.
Venerdì proseguimento dei lavori con la parte atletica la mattina e la parte tecnica in aula nel corso della giornata. Chiusura prevista per sabato mattina.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente