Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il CT della Nazionale Antonio Conte ospite al raduno degli arbitri CAN B

AP - 20/02/2016, 20:12

In occasione dell'ultimo raduno presso il Centro Tecnico federale di Coverciano l’allenatore della Nazionale Antonio Conte, accompagnato dal Team Manager Gabriele Oriali, ha avuto un incontro/confronto con la Commissione e gli arbitri della CAN B.
Diversi gli argomenti trattati: si è passato dall'analisi di alcune tattiche di gioco (punizioni, blocchi, mobbing, fuorigiuoco) alle caratteristiche necessarie per raggiungere i propri obiettivi (come ama dire Mister Conte “bisogna avere il sacro fuoco dentro ognuno di noi”).
Durante la riunione, durata 90 minuti, come una partita di calcio, il Responsabile della Commissione Stefano Farina ha evidenziato le problematiche che hanno gli arbitri sul terreno di gioco. Interessanti ed importanti le riflessioni di Antonio Conte ed i consigli dati ai giovani arbitri: ”per un direttore di gara la supponenza e l’indisponenza sono le caratteristiche peggiori; in tutte le professioni, per emergere ci vuole il ‘sacro fuoco’ che c’è in ognuno di noi.
La quantità economica - ha proseguito il Commissario tecnico dell'Italia - non sposta il valore dell’uomo e dell’atleta, ma ciò che sposta è la considerazione che la gente ha di te; dobbiamo porci degli obiettivi che a volte possono sembrare dei sogni.
Arrivai alla Juve a 21 anni nel 1991 proveniente dal Lecce. Alla prima partita, a Monaco, la Juventus perse per colpa di un mio errore.
Questo errore mi gettò in una prostrazione profonda, ma fu poi l’incentivo per fare sempre meglio e non mollare. Il ruolo dell’arbitro è in assoluto il più difficile: il voler arrivare, la passione, la voglia di imparare, di aggiornarsi, di conoscere è fondamentale. Tutti dovete avere il sogno di diventare internazionali. Ricordatevi – ha concluso il mister – che per avere rispetto è necessario dimostrare la propria leadership. Solitamente si riesce a capire il livello di autorevolezza di un arbitro in appena 5 minuti”.
Il responsabile degli arbitri Stefano Farina, assieme ai vice Cristiano Copelli e Gabriele Gava, nel ringraziare Antonio Conte per la disponibilità, ha ribadito a fine riunione quanto “ancora una volta siano fondamentali confronti di questo tipo per la crescita dei nostri arbitri e per capire sempre di più quali sono le dinamiche relazionali tra arbitri, calciatori e allenatori per migliorare i rapporti sul terreno di giuoco”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente