Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Torneo internazionale "Val de Marne" a Parigi

Paolo Valeri - 13/11/2006, 12:26

Dal 29 ottobre al 5 novembre 2006 si è svolto il Torneo Internazionale Val de Marne, a Parigi, cui hanno partecipato la nostra Nazionale Under 16, allenata da Antonio Rocca, e le Nazionali della medesima categoria della Francia, della Svizzera e del Portogallo.
Ogni delegazione nazionale ha portato con sé un arbitro federale ed io, con particolare e comprensibile orgoglio, sono partito con gli azzurrini in rappresentanza degli arbitri italiani.
In passato avevo già avuto l’onore di dirigere gare tra squadre internazionali. Ricordo bene il Torneo di Viareggio e altre amichevoli estive. All’estero tuttavia non ero mai stato per il fatto che non mi si era ancora presentata la felice occasione per arbitrare, lasciandomi scoperto un sogno che segretamente coltivavo. Sarebbe dunque inutile nascondere la mia emozione il giorno della telefonata del designatore Robert Boggi, che mi chiedeva la disponibilità di andare in Francia. Tanto ero curioso di saperne di più che mi affrettai a domandare impressioni e avere suggerimenti da altri colleghi della CAN-C che avevano già arbitrato all’estero. Non mi fu difficile percepire in loro la stessa profonda emozione rispetto ad un’esperienza che tutti ritenevano straordinaria e unica nel suo genere.
Allo stesso modo è accaduto anche per me. Mi piace ora raccontare brevemente, al modo di un succinto diario, come sono andate le cose!
Siamo arrivati a Parigi domenica 29 ottobre e nel pomeriggio ci siamo trasferiti nel complesso sportivo di Ivry sur Seine, alle porte della capitale francese, per l’allenamento. Il giorno successivo allenamento mattutino sempre ad Ivry e in serata la riunione ufficiale presso il distretto calcistico Val de Marne con gli organizzatori del torneo, con gli arbitri e con i capi delegazione. In questa circostanza, abbiamo ricevuto indicazioni inerenti le regole del torneo; sono state decise le maglie delle squadre per ogni gara e sono state comunicate le designazioni. A me è toccato dirigere la gara di apertura: Portogallo-Svizzera, martedì 31 ottobre alle ore 14.00 presso lo stadio Léo-Lagrange a Vincennes; avevo come assistenti Sébastien Lecomte e Aurélien Faivre della federazione francese, e come quarto uomo il francese Clément Turpin.
La gara è terminata 3 a 1 per la Svizzera, è stata molto intensa e combattuta ma sempre all’insegna del Fair Play.
Nelle giornate successive sono stato designato come 4° ufficiale in Francia-Svizzera, arbitro il portoghese Santos Capela Joao, e 4° ufficiale in Portogallo-Francia, arbitro lo svizzero David Devouge, entrambi appartenenti alla 2° divisione dei rispettivi campionati.
Il torneo è stato vinto dalla Svizzera. Nella giornata di sabato, al momento delle premiazioni di tutti i partecipanti, si è avvertito un profondo sentimento di gioia segno del sincero spirito di amicizia che si era creato durante le competizioni. . Nella domenica successiva si è fatto ritorno a Roma dopo una piacevole visita turistica alla città di Parigi.
Nella settimana più intensa, arbitralmente parlando, da quando faccio parte dell’A.I.A., ho avuto la possibilità di vivere a stretto contatto con una nostra nazionale di calcio, di conoscere arbitri di altre federazioni e di dirigere gare internazionali. E’ stata davvero… un’esperienza unica!

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente