Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Beach soccer: per i nostri 10 gare e 2 semifinali

Vincenzo Cascone, Michele Conti e Fabio Polito - 23/11/2006, 16:44

È terminato con la vittoria del Brasile sull'Uruguay il secondo campionato Mondiale FIFA di Beach Soccer 2006, trasmesso in diretta tv da Sky Sport e disputatosi dal 2 al 12 novembre a Rio de Janeiro in Brasile. Al terzo posto si è classificata la Francia che aveva conquistato il titolo mondiale lo scorso anno. Dopo varie tappe in giro per il mondo siamo stati tutti e tre convocati per questo importante appuntamento conclusivo: i Mondiali! Tra l'altro eravamo il gruppo più numeroso, dopo i brasiliani in cinque, su un totale di 20 arbitri presenti. Fantastica la cornice, un impianto da 10 mila posti costruito sulle splendide spiagge di Copacabana sempre gremito di spettatori. Intenso il programma. Giunti in Brasile il 29 ottobre abbiamo passato un’intera giornata a ricevere disposizioni tecniche per poi effettuare i test atletici (prove specifiche studiate dalla FIFA) e i quiz sul regolamento. Ottima l'organizzazione per noi arbitri: il nostro responsabile era Garcia Aranda (Spagna) capo del settore arbitrale FIFA coadiuvato dagli istruttori Lima (Brasile) e Benchabane (Francia) che ci hanno seguito durante tutta la stagione. Inoltre erano a nostra disposizione un massaggiatore e un preparatore atletico. E per la prima settimana è stato sempre presente alle nostre riunioni anche il vicepresidente della FIFA Vilar (Spagna). Le giornate di gara si sono susseguite con un ritmo intenso. Sveglia alle 7, colazione e partenza per il campo alle 8 dove vi erano in programma 4 gare al giorno per un totale di 16 nazioni partecipanti. Rientro in Hotel alle 15, pranzo e poi riunione tecnica alle 18 e di seguito allenamento alle 19.30. Nelle giornate libere sono state poi organizzate escursioni turistiche per Rio de Janeiro come la vista al Pao de Acucar e al Cocovado e poi anche al mitico Maracanà per assistere al derby tra il Botafogo e il Fluminense oltre che al concerto conclusivo del mondiale della cantante brasiliana Daniela Mercury. Molte le soddisfazioni raccolte: quattro gare dirette per Michele Conti e Vincenzo Cascone (solo il belga Hauben ne ha dirette di più) e per entrambi una semifinale a testa: Conti in Francia - Uruguay (terminata ai rigori con la vittoria dei sudamericani sui galletti francesi di Eric Cantona), Cascone dopo l'accesissimo quarto di finale tra l’Argentina e l’Uruguay (finita purtroppo in rissa dopo che l'Uruguay sotto di 1 a 0 a 28" dal termine ha ribaltato il risultato) ha diretto anche la semifinale tra il Brasile e il Portogallo. Insomma un vero successo: a completarlo ci sono le due gare dirette da Fabio Polito: Canada - Iran e Brasile - Usa. Per noi arbitri il bilancio finale è stato positivo di 10 gare dirette sulle 32 in programma tra cui un quarto di finale e le due semifinali. Un ringraziamento va anche riconosciuto ovviamente all’AIA, al nostro Organo Tecnico senza dimenticare tutti i nostri colleghi italiani che fanno parte del gruppo di arbitri di Beach Soccer.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente