Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

FIGC. Video Assistenza agli Arbitri, incontro AIA, Lega A e B

FIGC - www.figc.it - 21/04/2016, 21:00

Il Comunicato della FIGC.

Si è svolta oggi la riunione convocata dal presidente della FIGC Carlo Tavecchio con oggetto l’informativa alla Lega di Serie A, alla Lega B e all’AIA del protocollo IFAB sul Video Assistant Referees (VAR). All’incontro hanno partecipato, oltre a Tavecchio, il direttore generale Michele Uva, il presidente Maurizio Beretta (insieme al DG Marco Brunelli), il presidente Andrea Abodi e il presidente Marcello Nicchi. La Federcalcio ha illustrato le indicazioni ricevute nell’incontro svoltosi lo scorso 8 aprile a Londra dove è stata confermata la volontà dell’IFAB di procedere già dalla stagione 2016/2017 con la sperimentazione della video assistenza agli arbitri in un campionato e/o torneo nazionale. Sperimentazione che per la prima stagione sarà “offline”, ovvero i video assistenti arbitri faranno dei test sul funzionamento dell’impianto tecnologico con cui dovranno familiarizzare ma non entreranno in contatto con l’arbitro in campo e quindi non incideranno sulle sue decisioni e sull’andamento della gara. In questa fase saranno raccolti anche i dati che saranno utili a perfezionare il protocollo nella fase 2, quella che partirà nella stagione seguente (2017/2018) in cui la sperimentazione andrà a regime e che vedrà arbitri e VAR in collegamento per interagire e utilizzare il supporto video per rivedere eventuali episodi. La tecnologia verrà utilizzata solamente per correggere errori palesi ed episodi sfuggiti agli arbitri in campo e applicata unicamente nelle decisioni relative a reti, calci di rigore, espulsioni dirette e scambi di identità (al momento di un’ammonizione o un’espulsione). Questi i 4 casi individuati dall’IFAB perché sono quelli che possono influire sull’esito finale della gara. Il protocollo della sperimentazione sarà unico per tutte le Federazioni o Leghe che vi vorranno prendere parte. Durante la riunione odierna sono stati enunciati anche i requisiti tecnici necessari per procedere allo studio di fattibilità. All’esito dell’incontro, la Federcalcio ha preso atto dell’approccio positivo sia delle Leghe, sia dell’AIA e, in occasione della prossima convocazione prevista in Olanda dall’11 al 13 maggio, presenterà all’IFAB la propria proposta per giungere alla firma della convenzione e per dare il “calcio d’inizio” alla sperimentazione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente