Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

A Coverciano l'incontro tra arbitri, giocatori, allenatori e dirigenti di SerieB

23/08/2016, 16:02

Questa mattina si è svolto presso l’Aula Magna del Centro Tecnico Federale di Coverciano, l’incontro di inizio stagione tra arbitri, capitani, allenatori e i dirigenti delle 22 squadre di Serie B con i vertici dell’Associazione Italiana Arbitri.
All’appuntamento, insieme al Presidente dell’AIA Marcello Nicchi, al designatore Stefano Farina con i vice Cristiano Copelli e Gabriele Gava all’organico al completo della CAN B, erano presenti: il Presidente della Lega B, Andrea Abodi, il Direttore Generale della Lega B, Paolo Bedin, il Presidente dell’AIC (Associazione Italiana Calciatori) Damiano Tommasi ed il Presidente dell’AIAC (Associazione Italiana Allenatori Calcio) Renzo Ulivieri.
Si è trattato del tradizionale appuntamento di inizio anno, che ha aperto la stagione di Serie B e che è stato l’occasione per un confronto costruttivo tra le parti in causa, per una collaborazione sempre più stretta tra allenatori, giocatori ed arbitri. Durante la mattinata c'è stato anche un ampio spazio dedicato alla presentazione delle modifiche regolamentari apportate dall'IFAB (International Football Association Board) con la Circolare 1 a cura del Responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange con il vice Duccio Baglioni.
“Oggi è una giornata di formazione e di impegni reciproci: uno sforzo collettivo per una collaborazione sempre maggiore tra le parti in causa presenti sul terreno di gioco – ha sottolineato il Presidente della Lega B, Andrea Abodi – Abbiamo chiuso solo un paio di mesi fa una stagione soddisfacente, ma abbiamo ancora margini di miglioramento”.
“Mi riempie di gioia vedere una platea così folta e così attiva – è stato il commento del Presidente dell’AIA Marcello Nicchi – La raccomandazione che mi sento di darvi oggi è che bisogna essere consci che sul campo si può anche non vincere: l’importante è non perdere la dignità con inutili e futili polemiche o con un gioco scorretto”.
“L’obiettivo degli arbitri di questa stagione sarà quello di farvi giocare le gare 11 contro 11, ricorrendo il meno possibile al cartellino rosso – ha chiuso il designatore della CAN B Stefano Farina – Dipende da noi, certo, ma molto sarà determinato anche da voi giocatori”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente