Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

La visita del Presidente CRA Quartuccio

Graziano Guarino e Giovanni Aruta - 20/02/2017, 12:00

Sezione di Torre del Greco
Per il tour annuale nelle diciassette Sezioni arbitrali della Campania, il 9 febbraio il Comitato Regionale Arbitri guidato da Virginio Quartuccio ha fatto tappa a Torre del Greco. Un incontro che può definirsi più che soddisfacente per gli arbitri corallini: tanti, e di notevole interesse, i temi affrontati nel corso della serata dal n.1 dei fischietti campani.
Con la spontaneità di sempre, Quartuccio ha rimarcato l’importanza della formazione tecnica e del ruolo che riveste nella vita associativa dell’arbitro una Sezione, che da sempre è il luogo ideale per confrontarsi anche con colleghi più esperti.
Così come aver fatto nelle altre Sezioni, il Presidente regionale ha tracciato per sommi capi un bilancio della prima parte di stagione sportiva e, nell’esortare tutti a dare il massimo contributo, ha ricordato come l’AIA - in piena sinergia con i CRA - compie quotidianamente numerosi sforzi per garantire arbitri di qualità. «Non vogliamo fenomeni, ma ragazzi disposti a mettersi in gioco con umiltà e un sano spirito di autocritica. – ha commentato Virginio Quartuccio – Ci possono stare degli errori, ma mi aspetto da un buon arbitro la capacità di reagire agli insuccessi. Troppo spesso ci si esalta per una prestazione positiva e allo stesso modo ci si demoralizza per una negativa».
Sulla scia delle parole dell’ex arbitro, hanno fatto seguito gli interventi dei vari componenti della Commissione, tra cui Massimo Costa per il gruppo degli arbitri di Promozione, e del nostro associato Maurizio Toscano per gli assistenti arbitrali in organico. Quest’ultimo, in maniera più che esaustiva, si è soffermato sui ragazzi neo immessi nel ruolo e, in base alle risultanze tecniche fin qui maturate, ha dispensato loro consigli specifici.
Anche Vittorio De Simone, tra i responsabili dell’organico di Prima Categoria, è intervenuto spiegando ai ragazzi come questa sia una serie di transizione e di come questo CRA guardi con forte interesse alla stessa che, oltre a rappresentare il primo step regionale, rappresenta il “prodotto” creato dalle varie Sezioni.
Ciro Pegno ha poi chiarito alcuni punti per quel che concerne la relazione degli osservatori arbitrali, documento che assume anche una rilevanza importante ai fini delle designazioni settimanali.
Infine, Mario Rossi per il Calcio a 5, ha sottolineato la crescita “vertiginosa” di questa disciplina che assume ogni anno dati davvero interessanti circa il numero di partecipanti.
In conclusione di serata il Presidente sezionale, Antonio D’Antonio, ha voluto ringraziare a nome di tutti gli arbitri torresi tutta la Commissione per la gradita visita dicendo come la Sezione sia impegnata a seguire la crescita dei ragazzi.
Virginio Quartuccio, salutando i presenti si è complimentato per l’andamento di questa Sezione, dichiarando: «Divertitevi, sorridete sempre e continuate ad affrontare ogni impegno con tutta la professionalità possibile. Si cresce maturando esperienze. C’è un tempo per ogni cosa e ogni cosa ha il suo tempo».

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente