Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Gli approfondimenti con il Settore Tecnico

Simone Petracca - 21/02/2017, 08:37

Sezione di Lecce
Due appuntamenti importanti per la formazione arbitrale, quelli che si sono tenuti a poche settimane di distanza, presso i locali sezionali.
Come ogni anno, torna a far visita nelle Sezioni ed ai giovani arbitri, il Settore Tecnico. Un processo di formazione continuo, quello voluto dall'AIA che punta sempre di più a far parlare "la stessa lingua" a tutti gli arbitri italiani che ogni domenica calcano i campi sparsi in ogni angolo dello Stivale.
La prima riunione è stata quella con il componente del Settore Tecnico Leonardo Perdonò, associato della Sezione di Foggia. Durante il suo intervento, carico di passione e che è riuscito a coinvolgere tutti i presenti, Perdonò ha posto l'accento su alcuni aspetti fondamentali della Circolare numero 1 e tramite l'ausilio di alcuni filmati è riuscito ad instaurare un dialogo proficuo e costruttivo con tutti gli arbitri presenti in sala. Un incontro che ha spronato le giovani leve a dar del loro meglio già dalla domenica successiva, per raggiungere i più alti traguardi dell'arbitraggio.
Successivamente, la seconda riunione ha visto protagonista il barese Vito Albanese, componente del Settore Tecnico e con un passato prestigioso da assistente con più di 100 presenze in Serie A. Al centro della discussione, questa volta, le implementazioni dell'IFAB emanate dalla circolare numero 2 che ha meglio esplicitato alcuni concetti già presenti nella prima edizione. Albanese, che ha tenuto in maniera magistrale la lezione, riuscendo a coinvolgere attivamente tutti i presenti, ha anche somministrato in via sperimentale i video-quiz. Questa nuova formula, prevede la visione di dieci filmati su cui basare la propria risposta esprimendo il provvedimento tecnico e quello disciplinare.
Dopo si è passati alla discussione di quanto visto, in modo da uniformare le risposte e dunque uniformare anche le direzioni arbitrali.
Le due riunioni, tenute in maniera impeccabile dai rappresentanti del Settore Tecnico, sono state fondamentali e preziose per poter consolidare i concetti introdotti dalla circolare numero 1 di quest'anno.
Continua, dunque, il viaggio lungo la strada tracciata dall'AIA che porta verso la direzione dell'uniformità di giudizio, dalla Serie A ai Giovanissimi.

Foto principale: Vito Albanese con alcuni giovani arbitri.
In gallery, Vito Albanese con il Presidente Paolo Prato.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente