Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il Presidente CRA Giancola in visita

Andrea Pompa - 21/02/2017, 12:52

Sezione di Pescara
Nella gremitissima Sala Riunioni “Vittorio De Lellis” è andata in scena il 10 febbraio la Riunione Tecnica Obbligatoria che ha visto ospite il Presidente del C.R.A. Angelo Giancola.
Accompagnato dai Componenti Pasqua e Molino, impegnati durante la Riunione, nell’Ispezione Tecnica, il Presidente Giancola, ha dapprima focalizzato l’attenzione su aspetti associativi, invitando i giovani arbitri a vivere la Sezione nelle riunioni tecniche, affondando il colpo sull’importanza degli allenamenti, come base dell’arbitraggio, e sull’importanza di avere un polo sezionale come quello di Pescara che lavora con oltre settanta presenze. Il Presidente Giancola ha voluto fortemente evidenziare anche l’importanza di avere in Sezione personaggi con importanti incarichi nazionali come il Componente CAI Renato Buda ed il Mentor Alessandro D’Alonzo.
In totale sinergia con la formazione da sempre attuata nella Sezione di Pescara, il Presidente Giancola, ha poi dedicato il corpo della riunione proprio sull’aspetto caratterizzante le prestazioni arbitrali, vale a dire l’atteggiamento. Proprio con questa filosofia di analisi, ha voluto esaminare diversi video dei campionati abruzzesi, approvati dal Settore Tecnico, coinvolgendo i numerosi ragazzi presenti alla riunione. Un momento di crescita e di confronto all’interno del quale si è avuta l’opportunità di analizzare aspetti comportamentali e di dettaglio tecnico, che ha permesso ai giovani e meno giovani arbitri ed osservatori di poter puntualizzare l’importanza di un approccio vivo, determinato e brillante per poter essere accettati anche in presenza dell’errore.
Al termine della riunione, prima del video di presentazione dedicato dal CRA alla Sezione di Pescara, il Presidente Di Censo, oltre a dei tipici prodotti locali, ha voluto regalare al Presidente Giancola un gagliardetto della Sezione di Pescara con la consueta dedica scritta in tempo reale con le emozioni vissute durante la riunione.
Al termine dell’incontro, giovani o meno giovani, dirigenti nazionali o semplicemente sezionali, arbitri nazionali o appena esordienti, si sono trasferiti in un tipico locale del centro storico di Pescara, per chiudere in allegria una visita che ha rappresentato l’ennesima “goccia d’acqua” utile a far crescere la pianta arbitrale pescarese carica di linfa vitale e vogliosa di raggiungere i risultati tecnici ed associativi attesi.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente