Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Lezione del componente della CAN D Salvatore Marano

Nando Paciolla e Giovanni Aruta - 24/02/2017, 17:06

Sezione di Frattamaggiore
Nei giorni scorsi si è tenuta, presso la Sezione "Gennaro Marchese" di Frattamaggiore, la riunione tecnica obbligatoria con ospite il componente CAN D, Salvatore Marano, della Sezione di Acireale. Un incontro molto interessante nel quale si è parlato delle innovazioni e delle circolari di quest’anno.
Si è discusso anche di una regola in continuo mutamento di cui sono state descritte le modifiche e la loro ratio, dalla sua introduzione alle ultime modifiche: il fuorigioco.
Il collega Marano ha innanzitutto spiegato ai giovani arbitri come sia cambiato il Calcio negli ultimi trenta anni, sottolineando che nel 1990 si è passati da un gioco basato su tecnica e tattica ad uno più fisico nel quale i giocatori affiancavano una forte componente atletica alle due precedentemente citate.
Ha trattato in maniera sintetica e chiara il ruolo del Settore Tecnico, «semplice da spiegare, ma in continua evoluzione: uniformare l'applicazione del regolamento dal Settore Giovanile alla Serie A».
Durante il suo intervento ha, poi, sottolineato come si sia evoluto il fuorigioco negli anni, iniziando come termine militare (offside = off the strenght of his side), per poi passare alla prima unificazione nel 1863 in cui è divenuto "regola n. 6".
Dopo l'introduzione e l'esposizione delle ultime modifiche al fuorigioco, la riunione è divenuta più interattiva con i video su: giocata volontaria su posizione di fuorigioco, posizione o meno di fuorigioco sanzionabile, intervento nel gioco di calciatore in offside, attaccante che torna in gioco.
Gli arbitri frattesi, da sempre abituati a questo tipo di lezione, sono intervenuti in maniera attiva ed il Presidente della Sezione, Michele Affinito, è categorico: «Ancora una volta abbiamo avuto la dimostrazione che si cresce visionando episodi e per confronto sugli stessi. Siamo estremamente soddisfatti della presenza del collega Marano, questi casi sono un ottimo modo per accelerare la formazione dei nostri giovani arbitri».
La riunione si è chiusa con i ringraziamenti dell'ospite per l'attenzione e l'accoglienza e con una sua citazione di Oscar Wilde come augurio a tutti gli arbitri presenti: «Siamo tutti nati nel fango, ma alcuni di noi guardano alle stelle».

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente