Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

La gestione dell’errore secondo Katia Senesi

Arrigo D’Alessandro - 28/02/2017, 13:10

Sezione di Policoro
Chi ancora non aveva avuto il piacere di ascoltare un suo intervento, nella serata di ieri ha potuto apprezzarne le grandissime doti in termini di formazione, leadership e spirito motivazionale. Stiamo parlando del Vice Commissario della Commissione Arbitri Interregionale, Katia Senesi che, nella serata di venerdì 24 febbraio, è stata la protagonista di una delle consuete Riunioni Tecniche Obbligatorie della Sezione di Policoro.
Trascorso appena un anno dalla sua istituzione, la compagine arbitrale jonica è stata ben lieta di ospitare la collega marchigiana, sorteggiata nell’ambito del progetto intrapreso qualche anno fa dall’Associazione Italiana Arbitri, grazie al quale Arbitri di Serie A e B e Componenti delle Commissioni Nazionali sono chiamati ad essere i relatori nelle diverse Sezioni dislocate su tutto il territorio nazionale.
Dopo il benvenuto da parte del Presidente di Sezione, Leonardo Di Nella ed un breve excursus sul percorso arbitrale di Katia, la parola è passata subito all’illustre ospite che, attraverso una serie di slide ha focalizzato parte del suo intervento sulla gestione dell’errore durante una prestazione arbitrale. In primis sono stati analizzati i rischi connessi ad un focus troppo accentuato sull’episodio negativo, che potrebbero generare una vera e propria reazione a catena, partendo da una sfiducia in se stessi, che a sua volta porterebbe, senza dubbio, verso un notevole calo di concentrazione ed una conseguente perdita di controllo sulla gara. A questo punto dell’intervento è scesa in campo la carica motivazionale della Senesi, che ha illustrato quelle che sono le caratteristiche fondamentali che un arbitro dovrebbe possedere per gestire questo tipo di situazioni, lasciando spazio ad autocontrollo e concentrazione, ingredienti necessari per avere una mentalità vincente. «Solo con una mentalità del genere ed una spiccata personalità – afferma la Senesi - si è in grado di riconoscere l’errore, resettarlo in maniera quasi immediata e ripartire, focalizzando l’attenzione sul presente. Solo avendo un approccio del genere – prosegue il Vice Commissario CAI - si potrà passare dall’errore al successo».
A conclusione di una vera e propria lezione di Mental Training, Katia, con l’ausilio di alcuni filmati, ha incentrato la seconda parte del suo intervento sull’aspetto tecnico-tattico, sottolineando come un errato posizionamento o spostamento sul terreno di gioco, possa indurre l’arbitro ad assumere delle decisioni errate.
Prima del consueto scambio di doni, la chiusura dei lavori è stata affidata al Presidente del Comitato Regionale lucano, Michele Di Ciommo, che, insieme a tutti i Componenti ed ai Presidenti delle altre quattro Sezioni lucane, hanno presenziato all’interessantissima lezione della collega della Sezione di Macerata.

Nelle foto: in alto Katia Senesi durante il suo intervento; alcuni momenti della serata.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente