Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Un punto di ritrovo e di ripartenza

Marco Balducci - 01/03/2017, 19:30

CRA Friuli Venezia Giulia
Nell'ormai tradizionale cornice del Meeting Point “San Marco” di Palmanova (UD), si sono svolti i lavori del raduno di metà campionato degli arbitri impegnati nelle categorie di Promozione ed Eccellenza del Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia.
La mattinata si è aperta con i saluti di alcuni ospiti d’eccezione come il neo presidente della Federcalcio regionale Ermes Canciani e dei membri del suo direttivo Claudio Canzian, responsabile del Settore Giovanile e Scolastico del pordenonese, e Gabriele Pecile, selezionatore per le rappresentative friul-giuliane. Tutti si sono detti favorevolmente impressionati dalla serietà dell’evento e dall'importanza data all’allenamento di una squadra, di un collettivo, in questo caso composto da arbitri.
Già, perché di questo si è trattato: un momento per tirare le somme del girone di andata e per concentrarsi su quello di ritorno, alla luce di qualche novità introdotta dalla Federazione e di alcune nuove disposizioni tecniche. E soprattutto un momento per fare tutto questo insieme.
I lavori tecnici si sono aperti con il saluto del Presidente regionale Massimo Della Siega e sono poi stati condotti dal Vicepresidente Marino Titolo e dal componente Valentino Menegoz, con la collaborazione, soprattutto nei frangenti degli episodi tecnici, di tutti i componenti: Andrea Merlino, Carlo Taverna e Salvatore Barone.
I fischietti dell’organico di Eccellenza e Promozione hanno avuto la fondamentale possibilità di confrontarsi gomito a gomito sui medesimi episodi e sulle medesime situazioni. Un importante passo avanti nella ormai consueta direzione tracciata dal Settore Tecnico: l’uniformità. A questo proposito, sono stati sottoposti numerosi video di episodi specifici, molti dei quali di difficile risoluzione o border line, che sono stati discussi in maniera interattiva per fare in modo che la soluzione finale fosse non solo corretta, ma anche condivisa da tutti. Sono queste le basi che consentono di passare dalla uniformità tecnica alla solidarietà tecnica, la cui importanza è stata a più riprese sottolineata dal Settore Tecnico.
Naturalmente non sono mancati i test regolamentari, prassi ormai consolidata di ogni raduno, che hanno verificato la conoscenza del regolamento alla luce dei consistenti cambiamenti apportati dalla circolare n.1.
Infine sono state tirate le somme della prima parte di stagione, evidenziando gli aspetti più importanti da migliorare e sui quali concentrare le maggiori energie in vista della seconda parte del campionato. Si sono altresì ricordate le disposizioni date a settembre, ripercorrendo il Vademecum con nuove integrazioni.
Il gruppo arbitrale ha concluso i lavori ad ora di pranzo, con i primi colleghi impegnati negli anticipi dell’ultima giornata del girone di andata. Perché dopo un incontro formativo e motivazionale del genere, gli insegnamenti bisogna metterli subito in pratica, ogni domenica, con la stessa voglia di crescere, migliorarsi e divertirsi che si ha avuto alzandosi dalle poltrone del Meeting Point “San Marco” di Palmanova.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente