Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

La visita di Albero Zaroli

Giuseppe Minichino e Giovanni Aruta - 03/03/2017, 11:29

Sez. di Castellammare di Stabia
Nei giorni scorsi si è svolta nella splendida cornice del teatro parrocchiale della Chiesa di Sant'Antonio da Padova, in Castellammare di Stabia, la storica visita del Comitato Nazionale, nella persona di Alberto Zaroli. «Un qualcosa di eccezionale, un vero momento di crescita e di motivazione sezionale», sono queste le parole utilizzate dal Presidente della Sezione di Castellammare di Stabia, Rodolfo Di Vuolo, al momento della "presentazione" dell'illustre ospite. Un incontro di vera formazione, un momento di confronto e cordialità.
La visita è stata preceduta da un breve incontro, presso la Sezione, con gli arbitri donne, appartenenti alla Sezione, alla presenza dell'arbitro internazionale e CAN D Maria Marotta, amica dei fischietti stabiesi.
La splendida riunione (alla presenza del CRA Campania, Virginio Quartuccio, del Vice CRA, Oreste Alfano, dei componenti del CRA Giuliana Guarino e Vincenzo di Maio, oltre a quella dell'arbitro CAN A Fabio Maresca, dell'Assistente CAN A Claudio La Rocca e, dell'arbitro internazionale e CAN D Maria Marotta, dei Presidenti della Sezione di Frattamaggiore, Michele Affinito e, della Sezione di Nocera Inferiore, Carmine La Mura) dopo i saluti di rito e la presentazione, è proseguita su due direttrici: "Elogio della follia" e "Siate affamati siate folli". Sono stati questi i "motivi" che hanno scandito il proficuo incontro, cui hanno assistito la quasi la totalità degli associati di Castellammare. Un’intensa ora di partecipazione e di coinvolgimento, soprattutto delle giovani leve, rimasti a bocca aperta, per lo spirito e la determinazione dell’illustre ospite. Si è discusso inoltre di rispetto, abnegazione, associazionismo, collaborazione e spirito sezionale. Sono stati illustrati i dati della gestione tecnica ed amministrativa della Sezione ed il componente del Comitato Nazionale, non ha potuto che complimentarsi. «Sono convinto che la Sezione di Castellammare stia lavorando in modo ottimale: qualità tecnica, impegno e rispetto dei valori produrranno sicuramente risultati positivi per tutti i ragazzi e le ragazze che vorranno condividere questo progetto», queste le parole di Zaroli rivolgendosi alla platea e al Presidente Di Vuolo. Sono stati, inoltre, evidenziati i risultati raggiunti, gli obbiettivi da prefissare e, ci si è soffermati a riflettere sull'opera di chi dedica tempo e lavoro alla Sezione.
L'incontro, tra un cordiale scambio di doni è proseguito presso un noto locale di Gragnano, dove i tanti arbitri stabiesi, non si sono certo risparmiati di porre domande e discutere ancora con l'illustre ospite.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente