Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Giancola: «Imparare dagli errori e fare esperienza»

Isabella Mastrippolito - 06/03/2017, 14:53

Sezione di Chieti
Venerdì 24 febbraio Angelo Giancola ha fatto visita alla Sezione di Chieti insieme ai componenti Pasqua, Molino e Zappacosta. La riunione prende il via con una doverosa presentazione ai nuovi associati dell’arbitro Angelo, che vanta quattro stagioni sportive nell’ex CAN A e B, ricoprendo poi il ruolo di Mentor dei fischietti abruzzesi e diventando infine Presidente del Comitato Regionale, struttura e funzioni del quale egli stesso brevemente illustra alla platea.
Caratteristica di questo incontro è risultata essere il mix di informazioni tecniche, comportamentali e input motivazionali accolti come preziosissimi dai ragazzi costantemente attenti. «L’arbitro può sbagliare e tutti possiamo avere dei dubbi», con questo monito Giancola ha voluto precisare che l’errore non deve assolutamente rappresentare un momento di crisi ma è un momento di perplessità che bisogna saper superare. Imparare dagli errori commessi e incamerare l’esperienza delle gare sono i presupposti per sbagliare il meno possibile. Sulla scia di questa impostazione si è inserito anche l’intervento di Angelo Pasqua, responsabile della Prima Categoria, che attraverso la video-analisi ha mostrato come un atteggiamento sbagliato, passivo e non propositivo in campo può indurre l’arbitro ad una valutazione errata di un episodio.
Entrato nel vivo della riunione tecnica, Giancola ha passato poi in rassegna le novità regolamentari ormai recepite da inizio stagione con la Circolare n.1, sottolineando come sia fondamentale la tempestività nell’adattarsi alle modifiche; particolare attenzione è stata posta al DOGSO che è risultata essere la modifica più sostanziale, sintomo del cambiamento in senso sempre più logico e quindi più semplice del regolamento, il tutto teso ad assecondare ciò che il gioco ci richiede. Da ultimo Angelo ha voluto sintetizzare i tre focus della formazione arbitrale: ribadendo l’importanza di una condizione atletica ottimale, l’attenzione è stata rivolta particolarmente all’aspetto caratteriale e comportamentale che è figlio del modo di vivere di ognuno nell’associazione e nella propria quotidianità, e all’aspetto tecnico ossia allo studio delle gare, alla prevenzione, alla preparazione dell’evento e alla soluzione immediata dello stesso.
L’incontro si è concluso con un video che il Presidente del CRA ha dedicato agli arbitri di Chieti e i ringraziamenti per l’importante lavoro svolto in sinergia con la Sezione. Il Presidente sezionale Gianluca Rutolo ha omaggiato gli ospiti con la maglia di Tino rappresentativa dell’AIA Chieti e ha ringraziato per la partecipazione all’evento un carissimo ospite presente in sala, Luciano Russo, punta di diamante della Sezione teatina, transitato successivamente nella Sezione di Pescara.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente