Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Incontro con l'assistente della CAN A Luca Mondin

10/03/2017, 12:30

Sezione di Chioggia
Nei giorni scorso la Sezione di Chioggia ha avuto l’onore di ospitare alla consueta riunione tecnica l’assistente arbitrale in forza alla CAN A Luca Mondin di Treviso.
Il Presidente Sezionale Rosteghin, dopo aver fatto esprimere ai nuovi arbitri le loro sensazioni inerenti le prime partite arbitrate nei week-end precedenti, ha presentato l’ospite; la parola è dunque passata a Luca Mondin che da subito è riuscito a intrattenere e a ricevere l’attenzione di tutti i numerosi presenti.
Dopo aver raccontato alcune sue esperienze prima di approdare ai massimi Campionati italiani, Mondin ha approfondito la figura dell’assistente arbitrale; un ruolo che richiede essenzialmente cinque caratteristiche fondamentali: concentrazione, collaborazione, tempismo, coraggio ed allineamento.
Luca ha mostrato alcuni filmati di alcune sue partite per analizzarne le casistiche regolamentari; si è potuto quindi far vedere alla platea alcuni casi in cui la collaborazione assistente-arbitro è risultata fondamentale per risolvere situazioni di difficile valutazione, ricordando ancora che l’assistente deve essere sempre preparato per affrontare l’imprevedibile.
Nella seconda parte della serata, l’ospite ha voluto invece trattare il tema attuale della DOGSO e del grave fallo di giuoco sottolineando ai presenti l’importanza che hanno tempismo, spostamento, posizionamento, freddezza, coraggio, conoscenza del Regolamento, collaborazione tra assistente e arbitro.
Sono poi stati visionati alcuni filmati su svariati argomenti e anche in questo caso la platea ha saputo interagire nel migliore dei modi, dimostrando ancora una volta come il gradito ospite sia riuscito ad attirare l’interesse generale.
Dopo ulteriori domande e curiosità che alcuni associati hanno voluto porgere all’ospite, quest’ultimo ha concluso la piacevole riunione ricordando a tutti che “essere noi stessi, seguire la ‘pancia’ e avere coraggio sono tre caratteristiche che un bravo arbitro, come un bravo assistente, deve avere. Naturalmente bisogna lottare continuamente per raggiungere obiettivi sempre più grandi, e non bisogna mai abbattersi quando si incappa in qualche difficoltà. A volte serve anche un pizzico di fortuna, però bisogna essere bravi a saper prendere i treni che passano e a sfruttare le occasioni che capitano nella vita”.
Augurando infine a tutti i presenti un buon proseguo di Stagione, la riunione si è conclusa con uno scambio di presenti tra Luca che ha omaggiato la Sezione clodiense regalando una sua divisa da assistente, ed il Presidente Michele Rosteghin che ha voluto ringraziare l’ospite per aver presenziato alla riunione donandogli dei prodotti tipici locali.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente