Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Didattica con il settore tecnico

Francesco Cenami - 13/03/2017, 17:49

Sezione di Rieti
Si allunga la lista di ospiti di spessore della Sezione di Rieti. Venerdì scorso abbiamo avuto l’onore ed il piacere di ospitare un amico che, ormai, è diventato appuntamento fisso dei nostri locali cioè Andrea Sorrentino che, da qualche anno a questa parte, viene spesso a trovarci. Ovviamente lui ha portato la voce di ciò che rappresenta ovvero il Settore Tecnico, branca dell’Associazione guidata da Alfredo Trentalange che studia il regolamento e dà le direttive agli arbitri su come applicarlo. Andrea ha intrattenuto una granita platea di arbitri ed osservatori reatini mostrando numerosi filmati didattici che hanno spiegato ed esemplificato tutte le novità delle numerose modifiche regolamentari di questa stagione. E’ stata fatta chiarezza su situazioni come il Dogso, il fallo di mano e il grave fallo di gioco spiegando, soprattutto ai numerosi nuovi arbitri presenti, come comportarsi in determinate situazioni di gioco che accadono tutte le domeniche sui campi di ogni categoria. Il concetto più grande, però, emerso dalle varie casistiche è che l’arbitro è fatto d’istinto con il quale deve prendere tutte le sue decisioni e, quindi, per poterlo sfruttare al meglio, deve necessariamente conoscere a menadito il regolamento che altro non è che il prontuario del suo comportamento in campo. La “lezione” tenuta da Sorrentino è stata di un enorme spessore tecnico e ha dato numerosi spunti di riflessione, e quindi di crescita, a tutti i presenti sia ai più esperti che ai più giovani dando un senso reale all’affermazione “non si finisce mai di imparare” che può sembrare una frase fatta ma in realtà è una grande verità. Soddisfatto il Presidente Basilici che, nel corso della serata, ha ricordato a tutti i presenti che i campionati volgono al termine e quindi sono nella loro fase più calda e che questo squarcio di stagione rimanente servirà da spunto per gettare le basi delle dinamiche per la prossima stagione sportiva. A margine della serata sono state consegnate le prime divise ai nuovi arbitri che scenderanno per primi in campo perché quelli che si sono maggiormente distinti nell’effettuazione delle varie prove sia tecniche che atletiche.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente