Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Federico La Penna della CAN B ospite

Francesco Piccichè - 24/03/2017, 19:28

Sezione di Trapani
Quella dello scorso 14 marzo è una di quelle serate che difficilmente si dimenticano. Ospite d'onore della Sezione l'Arbitro C.A.N. B Federico La Penna della Sezione di Roma 1. Numerosissime le presenze in platea, oltre a quella del Presidente del CRA Sicilia, Michele Cavarretta, e del componente dello stesso CRA Vito Milana, anche quella del Presidente della vicina Sezione di Marsala Biagio Girlando.
Dopo gli onori di casa del Presidente Sezionale Girolamo Poma ed il consueto video di benvenuto, la parola è passata all'ospite. Un Federico La Penna a trecentosessanta gradi che ha coinvolto ed entusiasmato tutti i presenti raccontando e ripercorrendo le principali tappe della vita arbitrale: dai primi trascorsi con la "palla ovale", all'ingresso nella nostra Associazione vissuta quasi come una sfida, mettendosi in gioco con se stesso. Le difficoltà iniziali, i sacrifici, la forza di volontà che lo hanno portato dapprima al CRA Lazio e successivamente all'allora "Scambi" dove permane per una stagione sportiva. La promozione in C.A.N. D nella stagione 2006/2007 e dopo tre anni quella in C.A.N. PRO. Il “ripescaggio” in C.A.N. B nel luglio del 2012, dopo l'introduzione degli addizionali, fino ad arrivare al 19 maggio 2013, con l'esordio nella massima Serie in Atalanta - Chievo Verona.
Un lungo cammino dove non sono di certo mancate le difficoltà, ma ha ribadito più volte da Federico: «Bisogna sempre dare anima e corpo e non mollare mai perché non sappiamo cosa ci riserva il futuro». Con l'ausilio di filmati di gare dirette dallo stesso, Federico ha voluto soffermarsi sulla caratteristica principale dell'Arbitro: quella di decidere. «Non c'è cosa più sbagliata del non prendere una decisione» afferma La Penna, raccontando alcuni aneddoti che lo hanno visto protagonista.
Un intervento di settanta intensi minuti, che Federico ha voluto concludere con una massima: «Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio si alzò e andò ad aprire e vide che non c’era nessuno». Dopo il consueto scambio di “omaggi”, la serata si è conclusa presso un ristorante della città dove numerosi associati hanno trascorso con Federico un indimenticabile momento di vita associativa e di convivialità.
Anche qui Federico non si è smentito, continuando tra una portata e l’altra, la sua “lezione” con la simulazione di un briefing pre gara con i giovani assistenti trapanesi.

Nelle foto: in alto, l’intervento di La Penna.
In basso: La Penna con Poma; l’arbitro romano con parte del Consiglio Direttivo Sezionale; la platea; il briefing durante la cena.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente