Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Gero Drago è il nuovo Presidente

Salvo Ognibene - 28/03/2017, 15:29

Sezione di Agrigento
Il candidato unico alla carica di Presidente, Gero Drago, è il nuovo Presidente della Sezione arbitri di Agrigento. È stato eletto nel corso dell’Assemblea che si è svolta nei locali sezionali alla presenza del delegato del CRA Sicilia, Orazio Postorino, che ha aperto l'assemblea sezionale, prima di dare la parola al vicepresidente reggente, Francesco Sodano, e all'ufficio di presidenza guidato da Armando Salvaggio (componente del Comitato Regionale Arbitri) che ha guidato i lavori della serata.
Nell'illustrare il programma che lo porterà a coordinare la Sezione di Agrigento fino alla fine del quadriennio olimpico (2020), il neo Presidente ha posto diversi obiettivi sulla scia di quanto già fatto, intento a incrementare il ruolo sociale della nostra Associazione e coinvolgendo le istituzioni.
Il nuovo Presidente che ben conosce le categorie arbitrali e associative nazionali (è stato arbitro di CAN D, assistente CAN pro e per ben tre anni componente nazionale del Settore tecnico) ha ricordato che la nostra è una delle Sezioni più importanti a livello regionale che esprime diversi arbitri nazionali. Tra tutti: Pasciuta alla CAN Pro, Alesi alla CAN e Sicurella internazionale di Beach Soccer.
Un lungo applauso è seguito all'idea di istituire un premio nazionale intitolato al "Giudice Livatino", ucciso dalla mafia ad Agrigento il 21 settembre 1990.
Per il programma, Drago ha fatto riferimento ai pilastri di cui spesso parla il responsabile del Settore Tecnico, Alfredo Trentalange: tecnica, etica, organizzazione ed umanizzazione. Inoltre, tra i diversi passaggi del suo intervento, ha sottolineato l'importanza dell'aspetto associativo, della Sezione arbitri come palestra tecnica e di vita ma anche le qualità fondamentali per ogni arbitro per poter guadare al futuro con serenità e speranza.
Dopo la proclamazione il Presidente Drago ha ringraziato i colleghi per la fiducia accordata ed ha insistito nel ritenere questa Sezione una grande squadra, che con la collaborazione di tutti potrà regalare grandi soddisfazioni e, perché no, traguardi ad oggi ancora non raggiunti.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente