Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Educare attraverso lo Sport, alla Scoperta mondo arbitrale

Fabio Gafforini - 30/03/2017, 10:15

Sezione di Brescia
L’universo arbitrale si scopre al mondo scolastico bresciano, gli Arbitri si mettono a nudo e per un giorno tutti li conoscono per quello che sono, Uomini. Venerdì 10 Marzo, nella suggestiva cornice del Salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia a Brescia, si è tenuto il convegno “Educare attraverso lo Sport-Alla Scoperta del Mondo Arbitrale”, organizzato dalla Sezione “E.Schinetti” in collaborazione con il Comune di Brescia e con il patrocinio di Provincia di Brescia e Ufficio Territoriale Scolastico. Quello che nasce come un Open-Day per gli istituti superiori della provincia (ben 12 quelli presenti, per un totale di 140 studenti partecipanti) è diventato, nel suo iter organizzativo che ha impegnato la Sezione da Novembre a Marzo, un vero e proprio convegno, il tutto perfettamente realizzato grazie alla collaborazione di numerosi associati, presenti poi in sala a viva testimonianza della propria esperienza arbitrale. Durante la mattinata, condotta da Fabio Gafforini, si sono susseguiti tutti gli ospiti nazionali invitati dal Presidente Matteo Palma. Ma il primo a prendere la parola e salutare i partecipanti è stato il Sindaco di Brescia, On. Emilio Del Bono, che ha definito ammirevoli quei ragazzi che dirigono gare con coraggio e sacrificio, per uno sport che ha anche la funzione di far crescere dal punto di vista personale e caratteriale i giovani.
Padrone di casa è stato il Presidente Matteo Palma che si è detto molto emozionato perché, per la prima volta, il mondo arbitrale decide di aprirsi e di far conoscere cosa una “giacchetta nera” cela. Alberto Zaroli, Componente del Comitato Nazionale dell’AIA, da presenza istituzionale si è trasformato in mattatore della mattinata, con ripetuti interventi atti a coinvolgere gli studenti pervenuti da tutto il territorio bresciano. Colpisce Paolo Silvio Mazzoleni con due frasi emblematiche: “Dovete sapere sempre emozionarvi, in campo, in tutto ciò che fate” e “Il talento sta nelle scelte”, facendo capire che quelle che pesano non sono le scelte prese in campo, ma quelle prese nella vita. Andrea Gervasoni ha fatto capire a tutti che il must per un arbitro è la conoscenza del regolamento e la prontezza nel metterlo in atto: con filmati delle sue partite di Serie A ha stuzzicato la curiosità sul regolamento, interagendo con gli studenti. Mauro Vivenzi, assistente arbitrale CAN A della sezione di Brescia, ha ricordato quale e quanta sia l’emozione nel dirigere una gara, tanto in Serie A quanto nei Giovanissimi.
L’altro alfiere della sezione bresciana, Alessandro Lo Cicero, da atleta e podista quale è, ha ricordato l’importanza della preparazione atletica. Narciso Pigoli, Vice Presidente della Sezione ed ideatore della manifestazione, ha voluto far capire come, dalla sua viva esperienza, ha notato sostanziali cambiamenti nei ragazzi che si approcciano all’arbitraggio. Ma l’intervento che più ha suscitato le emozioni della platea, fortemente voluto da Alberto Zaroli e non previsto inizialmente, è stato quello di Serena Traversi, giovane arbitro ai vertici sezionali e rappresentante del mondo arbitrale in rosa, che ha raccontato la sua esperienza, come l’arbitraggio l’ha cambiata e formata, le abbia fatto intrecciare relazioni d’amicizia vere e solide, come la sua vita sia cambiata grazie a questo modus vivendi: “Sono entrata in sezione che ero una ‘bambolina’, oggi sono cresciuta, e tanto”.
Presente in sala anche Alberto Pasquali, presidente della delegazione LND di Brescia. Tanta soddisfazione per la Sezione, per il Presidente Palma, il Vice Pigoli e il loro staff, che hanno visto ripagati i loro sforzi in una mattinata che si è rivelata una vera e propria festa. Ha concluso i lavori Alberto Zaroli, con due fischi “Facciamo due fischi, non chiudiamo qui questa partita. Il secondo tempo sta a voi”.

Nella fotografia principale, da sinistra, Zaroli, Gervasoni, Palma, Lo Cicero, Mazzoleni e Vivenzi. Nelle altre foto: Mazzoleni parla alla platea; Gervasoni e uno studente ragionano sul regolamento; Zaroli e Vivenzi; Lo Cicero durante il suo intervento; I Fischietti Rosa bresciani con gli ospiti nazionali.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente