Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Quattordici nuovi colleghi per la famiglia arbitrale

Ferdinando Insanguine Mingarro - 31/03/2017, 12:21

Sezione di Barletta
La carriera arbitrale è una corsa a tappe, diverse per ogni associato. La più importante di queste, però, è certamente comune a tutti: l'esame finale del Corso arbitri. E lo scorso 28 marzo hanno vissuto quest'importante momento tredici ragazzi ed una ragazza che, al termine della serata, sono tornati alle loro rispettive abitazioni con la qualifica di Arbitro di Calcio.
Durante il pomeriggio, i giovani corsisti sono stati dapprima sottoposti collettivamente ai quiz tecnici per poi sostenere, singolarmente, la prova orale. A valutare la loro preparazione - risultata oltremodo soddisfacente - la Commissione presieduta dal Segretario del CRA Puglia, Luigi Curzi, e composta dal Presidente di Sezione Savino Filannino e dal componente CRA Giuseppe Piazzolla.
L'esame finale, però, è solo il momento conclusivo di un percorso più lungo, durato oltre due mesi, durante i quali i neo-arbitri non hanno soltanto appreso nozioni regolamentari, ma hanno imparato a conoscere la Sezione, la vita associativa e, soprattutto, le sue norme di comportamento che caratterizzano il modus vivendi di ogni associato anche fuori dalle mura sezionali. Durante questo percorso che è il Corso arbitri, il Presidente di Sezione Savino Filannino, il Segretario Pierangelo Pellegrini e tanti altri dirigenti locali hanno accompagnato per mano i giovani ragazzi che, con passione e professionalità, hanno mostrato tutta la loro voglia di apprendere e di mettersi a disposizione dell'ambiente sezionale.
Di spessore e decisive per la crescita tecnica ed associativa dei corsisti, sono state le diverse lezioni che hanno tenuto gli arbitri, gli assistenti e gli osservatori nazionali. Hanno voluto dare il loro contributo anche i giovani arbitri ed assistenti regionali i quali hanno tenuto le ultime lezioni del Corso suscitando l'interesse e la curiosità dei loro colleghi in pectore.
Un grande interesse da parte dell'ambiente sezionale, quindi, a questi giovani ragazzi di un Corso arbitri particolare, diverso dai precedenti, per la Sezione di Barletta: il primo senza Mimmo Manente, storico dirigente ed uno degli istruttori dei corsisti per oltre trent'anni.
Nelle more degli esami non è stata trascurata la componente atletica, i corsisti sono stati impegnati anche presso l'impianto sportivo locale "Lello Simeone" sul cui terreno di gioco si sono allenati agli ordini del referente atletico sezionale Sergio Pellegrini.
Estremamente soddisfatto il Presidente di Sezione Savino Filannino, che si rivolge così ai neo-arbitri: «Terminate il Corso con una solida preparazione tecnica, adesso mettetevi a disposizione di questo movimento non solo come arbitri, ma come persone. Soltanto così avrete modo di crescere come uomini e come donne».
Quattordici nuovi associati, dunque, per la famiglia arbitrale barlettana che continua nel suo percorso di crescita, diventando ormai un punto di riferimento per il movimento sportivo della Città della Disfida.

In copertina, una foto di gruppo con la Commissione esaminatrice.
In gallery:
da sn. il componente regionale Giuseppe Piazzolla, il Presidente di Sezione Savino Filannino ed il segretario regionale Luigi Curzi;
una foto di gruppo con alcuni arbitri regionali che hanno partecipato ai lavori del corso;
alcuni scatti durante i quiz tecnici;
uno scatto durante una prova orale.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente