Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Arbitri ed osservatori di Futsal allo stage di metà campionato

Daniela Novelli - 03/04/2017, 09:37

CRA Molise
Si è svolto domenica 5 marzo il raduno di metà campionato che ha visto impegnati gli arbitri ed osservatori di Futsal regionali. La mattinata è iniziata con l’effettuazione dei consueti test atletici, sotto una pioggia battente, presso lo stadio “M. Lancellotta” di Isernia insieme al referente atletico regionale Silvio Alberti e al medico Antonella Galasso. Successivamente i colleghi si sono ritrovati presso la Sezione pentra dove hanno svolto i quiz tecnici e dopo un break hanno seguito al palazzetto di Isernia una gara nazionale di under 21.
Dopo il rientro in aula sono stati sviscerati degli aspetti tecnici, disciplinari e comportamentali della gara appena vista insieme al Delegato Calcio a 5 Alfonso Pagano ed è stata data la parola soprattutto agli osservatori presenti. A seguire Pagano ha illustrato alla platea il concetto di psicologia dell’arbitro di Calcio a 5 rimarcando quanto sia importante soprattutto in questa fase dei campionati. Uno dei compiti dell’arbitro è quello di intervenire in modo da farsi accettare dai giocatori, quindi la competenza tecnica dovrà integrarsi in modo equilibrato con un comportamento che promuove il consenso verso di se, senza farsi influenzare da pressioni esterne. Risulta pertanto fondamentale farsi ascoltare favorendo l’accettazione delle decisioni che faranno acquistare cosi un’autonomia che faciliterà la prestazione. Un tassello molto importante è la personalità degli arbitri, intesa come linguaggio verbale, del suono e del corpo.
Non sono poi mancati i video preparati dal Settore Tecnico, riguardanti soprattutto la prevenzione per il rispetto della distanza su rimessa dalla linea laterale e la concessione del vantaggio dopo il quinto fallo, che hanno dato vita ad un’interazione costruttiva tra i colleghi sugli aspetti salienti e peculiari del Futsal.
Anche Luca Tagarelli, Organo Tecnico, ha tenuto a precisare l’importanza dei comportamenti che sono alla base della vita arbitrale ed a prestare molta attenzione ai social network. L’incontro si è concluso con la visione della tabella dei criteri per l’attribuzione del voto alle prestazioni degli arbitri ricordando che la valutazione riguarda le singole performance della gara visionata e non ha carattere assoluto.

In copertina: foto di gruppo;
Foto 1 e 2: Pagano in aula;
Foto 3: gli osservatori con Pagano e Tagarelli.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente