Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Lezione tecnica con l'arbitro della CAN B Riccardo Ros

Marco Balducci - 05/04/2017, 12:00

CRA Friuli Venezia Giulia
Si è svolta ad Udine la riunione per gli arbitri in forza nell’organico di Eccellenza del Comitato Regionale Arbitri del Friuli Venezia Giulia. Si sono subito salutati e presentati i nuovi tre colleghi freschi di esordio nella massima categoria regionale e si sono, di seguito, cominciati i lavori previsti per la serata.
L’esposizione del Vicepresidente del CRA Marino Titolo ha toccato innanzitutto le risultanze tecniche della prima parte di Stagione, evidenziando le positività di una fase intensa di Campionato e indicando gli aspetti dove aumentare il carico di lavoro e l’impegno per un miglioramento a 360 gradi. È stato ricordato come il gruppo degli arbitri dell’organico di Eccellenza sia da considerarsi a tutti gli effetti una squadra, dove, alla base dell’affiatamento, debba esserci la condivisione degli stessi obiettivi, disposizione e passione.
La parola è stata poi presa dall’arbitro Riccardo Ros in forza alla CAN B. Il collega, dopo una breve presentazione durante la quale ha raccontato il suo percorso arbitrale, ha esposto i capisaldi che gli hanno permesso di poter dirigere alla fine della passata Stagione Sportiva una gara di Serie A. Immancabili naturalmente la preparazione atletica e tecnica, indicate come la base per un qualunque arbitro e imprescindibili dall’attività arbitrale stessa.
Ma l’accento è stato posto sull’equilibrio, la motivazione e l’auto motivazione. Equilibrio inteso sia dal punto di vista tecnico e disciplinare, sia soprattutto a livello psicologico, prendendo coscienza del fatto che l’attività arbitrale vive di momenti positivi di una Stagione e di momenti in cui l’impegno va triplicato per superare le sempre possibili situazioni negative.
In merito a questo, è stato sottolineato come la motivazione ci permetta di dare il massimo durante le fasi “espansive” ma come l’auto motivazione sia ancora più importante e fondamentale come fonte da cui trarre la forza per superare quelle “depressive”.
Riccardo Ros ha poi affrontato il tema tecnico della gestione delle proteste, spiegando il ruolo fondamentale della prevenzione, sia quella esercitata con la sola presenza sia quella verbale, fino a quelle tecnica e disciplinare. Sono poi stati commentati la gestione delle panchine e delle perdite di tempo.
Il tutto è stato supportato da filmati tecnici di partite da lui dirette che hanno permesso una verifica interattiva di quanto affrontato durante i lavori dell’intensa riunione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente