Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Illuzzi: «Risolutezza ed uniformità disciplinare»

10/04/2017, 18:07

Sezione di Casarano
Tempo di incontri importanti per la Sezione di Casarano. Ancora una volta gli associati della Sezione del basso Salento hanno avuto la concreta possibilità di interagire e rapportarsi con un collega arbitro operante nei massimi livelli nazionali. Relatore nell'ultima riunione tecnica, svoltasi lo scorso 27 marzo, è stato l'arbitro C.A.N. B Lorenzo Illuzzi della vicina Sezione di Molfetta.
Dopo l'intervento del Presidente di Sezione, Andrea Camilli, che in breve ha presentato l'ospite ripercorrendone l'attività svolta ed i traguardi raggiunti, ha lasciato campo allo stesso per un lungo intervento. Illuzzi, cogliendo l'occasione di alcuni episodi accaduti sui terreni di gioco, ha voluto parlare dell'atteggiamento dell'arbitro nei confronti delle componenti della gara, in particolare degli adulti spesso aggressivi evidenziando che la parola chiave è "risolutezza" ed uniformità disciplinare in tutte le categorie. L'arbitro deve acquisire la consapevolezza di essere all'altezza di quella partita che gli è stata assegnata, di non considerarsi mai né superiore né inferiore, poiché quella gara risponde ai requisiti evidenziati dall'arbitro stesso.
Ha inoltre ricordato a tutti come sia importante anticipare gli eventi che la gara può porci davanti anche quelli più imprevedibili. Per fare ciò dobbiamo prepararci al meglio cercando di acquisire più dettagli possibili della stessa, da quelli tecnici a quelli tattici, alle condizioni ambientali mantenendosi sempre concentrati. Anche prima della gara: dalla preparazione del borsone alla conoscenza delle condizioni metereologiche, a tutto ciò che potrebbe crearci difficoltà. Più informazioni abbiamo e meno probabilità abbiamo di trovarci impreparati agli imprevisti, poiché abbiamo tra le mani il rimedio giusto per superarli.
Nella coerenza del suo invito ai ragazzi «che l'arbitro dev'essere innanzitutto un uomo che deve saper dimostrarsi umile», Illuzzi si è confrontato con tutti con semplicità rispondendo sempre in modo esauriente alle domande poste, da quelle tecniche a quelle più incuriosite anche sulla sua vita fuori dal terreno di gioco.
Conclude così il Presidente Camilli: «Questa riunione ha rappresentato certamente un momento importante. Difficilmente i ragazzi potranno dimenticarlo perché ha rappresentato un motore propulsore motivazionale per la loro crescita tecnica ed umana ed uno sprone per poter far sempre meglio ognuno al proprio livello per poter raggiungere quanto prima la propria Serie A».

In copertina, il Presidente Camilli con Illuzzi.
In gallery, alcuni scatti durante l'intervento di Illuzzi.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente