Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

La visita di Angelo Montesardi

Michele Ibba - 10/04/2017, 09:54

Sezione di Cagliari
Venerdì 7 Aprile si è svolta la riunione plenaria della Sezione di Cagliari con ospite il Commissario della commissione nazionale del Calcio a 5 (CAN 5) Angelo Montesardi. Ad aprire la riunione è stato il Presidente della Sezione, Luigi Ramo, che ha espresso la sua gratitudine per la disponibilità di Montesardi a pochi anni dalla sua ultima visita a Cagliari e ha salutato i colleghi presenti delle altre Sezioni sarde, dimostrazione di una grande vicinanza alla disciplina da parte di tutta la regione Sardegna. Prima di passare la parola al relatore c’è stato un momento particolare per alcuni arbitri del Calcio a 5: gli organi tecnici del calcio a 5 sezionale e regionale, Marco Delpiano e Walter Mameli, hanno voluto far premiare direttamente da Montesardi gli arbitri Matteo Littera, Michele Serra, Francesco Mereu, Riccardo Mastino, distinti in campo regionale e provinciale. Montesardi, presa la parola, ha ringraziato i presenti per la partecipazione e in particolare tutti gli arbitri e dirigenti del calcio a 5 per il loro impegno, con menzione speciale per Laura Scanu, suo vice commissario. In seguito ha illustrato brevemente l’organico della CAN 5, le sue attività di raduno, gli strumenti tecnici come il portale www.aiacancinque.it, e le categorie interessate. Durante tutta la riunione ha puntualizzato le caratteristiche fondamentali dell’arbitro di calcio a 5, trasmettendo grande interesse entusiasmo ai presenti. Fondamentale il supporto dei video che hanno dato prove dirette e occasioni di dibattito, con interventi dalla platea, su alcune casistiche particolari. Montesardi ha definito le caratteristiche che un arbitro C5 non può non avere, prima su tutte la conoscenza del regolamento e la concentrazione, indispensabili nelle casistiche che avvengono nelle situazioni più inaspettate. Data la grande visibilità che l’arbitro ha in una partita di calcio a 5, è importante che l’arbitro abbia personalità e dia il massimo in qualunque gara, senza sentirsi mai “arrivato”. Un altro aspetto su cui si sta’ battendo molto Montesardi e tutta la commissione è quello che lui chiama “valore del team”, cioè il supporto, tecnico e morale, che si danno a vicenda gli arbitri durante la gara. Per esempio, è stata data agli arbitri la disposizione di intervenire nel caso che l’altro arbitro non abbia visto una netta scorrettezza nella sua zona di campo. Infine c’è stato il tempo per proiettare 5 video test con interventi dalla platea per un ulteriore momento di crescita tecnica.


Foto gallery:
foto 1: Montesardi, gli arbitri premiati, al microfono Walter Mameli
foto 2: Montesardi, gli arbitri premiati, al microfono Marco Delpiano
foto 3: Montesardi, Matteo Littera, Walter Mameli
foto 4: Montesardi, Francesco Mereu, Marco Delpiano
foto 5: Montesardi, Michele Serra, Marco Delpiano
foto 6: Montesardi al microfono e le prime file
foto 7: Luigi Ramo e Stefano Rolla donano un ricordo della serata a Montesardi

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente