Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Giornata di alta formazione tecnica per gli arbitri Top Class della CAN5

Arturo D’Orsogna - 28/04/2017, 23:00

Come la prima giornata del raduno Top Class CAN 5, anche la seconda è stata densa di impegni sotto l’aspetto sia tecnico sia atletico. Nella mattinata la Commissione ha radunato tutti gli arbitri in aula per una prima parte di lavori incentrati sulle disposizioni riguardanti la fase finale dei Campionati, ossia i Play off ed i Play out. Il Responsabile Angelo Montesardi ha richiamato tutte le procedure che gli arbitri devono attuare sin dal momento della ricezione della designazione fino alla fase finale della redazione del referto. L’occasione è stata propizia anche per fare il match analysis delle gare più importanti della stagione.
Successivamente i lavori sono proseguiti presso il Palazzetto dello Sport, dove gli arbitri, sotto l’attento controllo del Preparatore Atletico Marco Lucarelli, del Dott. Claudio Castellini e della Fisioterapista Patrizia Passini, hanno sostenuto i consueti test atletici, quali il 4 x 10 metri, il 30 metri e l’Ariet Test. Lavoro differenziato, invece, per i quattro arbitri internazionali presenti al raduno Perona, Di Resta, Galante e Manzione (assente Malfer impegnato in Kazakistan nelle final four UEFA) i quali hanno sostenuto il test FIFA. Ottimi i risultati ottenuti da tutto il gruppo, a dimostrazione della grande preparazione atletica degli arbitri della CAN 5 che si sono mostrati pronti e determinati ad affrontare questa ultima importante fase del Campionato.
Nel pomeriggio di nuovo tutti in aula, per la parte didattico-tecnica, con Angelo Montesardi che attraverso il confronto diretto con gli arbitri, ha analizzato alcuni filmati del Campionato di A, del Campionato femminile, delle finali di Coppa Italia e della Winter Cup, i quali hanno dato lo spunto per un’analisi approfondita degli episodi riguardanti tematiche quali la condotta gravemente sleale, il goal no goal, il fallo di mani, il takle, i contatti alti reiterati, la gestione delle panchine, la figura del terzo arbitro e quant’altro. In maniera approfondita è stato poi trattata la complicata procedura dei tiri di rigore, formula con la quale saranno decise le gare della fase finale del campionato.
Altro momento formativo e di verifica è stato l’effettuazione dei test regolamentari, somministrati dal Componente del Settore Tecnico Antonio Mazza, che hanno riguardato quesiti tecnici ed associativi, test conclusi con risultati entusiasmanti, a dimostrazione della grande preparazione di questo gruppo di arbitri di élite.
Nel corso del pomeriggio vi sono state dapprima la visita del Presidente della sezione arbitri di Terni Alberto Tatangelo, che unitamente alla Componente della CAN D Silvia Tea Spinelli hanno portato un gradito saluto alla Commissione ed alla élite degli arbitri nazionali di Futsal e successivamente del Presidente del Comitato Regionale Arbitri dell'Umbria Luca Fiorucci accompagnato dal Vice Sergio Biagini.
La serata si è conclusa con la consueta festa degli arbitri “decimi anni” della CAN 5 che, in previsione dell’ultimo anno di permanenza nel ruolo, hanno organizzato un gradito buffet con prodotti tipici che ognuno di loro ha portato dalla propria regione, una consuetudine oramai consolidata che dimostra il grande spirito di gruppo e la cementata amicizia che lega tutti coloro che appartengono a questo importante e prestigioso ruolo arbitrale.

Nella foto in home il Responsabile Montesardi durante l’analisi dei video. Nella foto principale le fasi dei test atletici. Nelle altre fotografie: test atletici; Montesardi durante l’analisi dei video; quiz regolamentari; il gruppo in aula; ll festa dei decimi anni.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente