Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Raduno Top Class del Settore Giovanile

Michele Ibba - 26/05/2017, 09:25

Sezione di Cagliari
Il raduno di domenica 21 Maggio ha visto protagonisti i 20 arbitri della Sezione di Cagliari che si sono maggiormente distinti durante la stagione in corso nell’organico del Settore Giovanile e Scolastico, del quale facevano parte già al raduno di inizio stagione o che sono andati ad implementare grazie ai due corsi arbitro. Gli arbitri sono stati selezionati, oltre che per il responso del campo, anche e soprattutto in base alle risultanze dei test atletici e dei quiz tecnico regolamentari.
Appuntamento al mattino presso la pista del Polo Atletico sezionale per l'effettuazione dei test atletici che tutti i giovani colleghi hanno superato brillantemente. Dopo i test, c'è stato giusto il tempo di una rapida doccia perchè il raduno è proseguito con il lavoro in aula dove per prima cosa sono stati effettuati i quiz tecnico regolamentari, anche questi superati da tutti.
Il raduno è stato caratterizzato da un importante e diretto coinvolgimento di tutti gli arbitri, preferendolo alla tradizionale lezione frontale, ciascuno chiamato a sviluppare una tematica tecnico, tattico, disciplinare o comportamentale. E' stato questo un bel banco di prova per testare le capacità di ciascuno dei ragazzi di relazionarsi con una platea. Ognuno di loro ha sviluppato dei micro contenuti differenti, rendendo l'incontro multitematico.
L'organo tecnico SGS Claudio Secci ha trattato la tematica del lavoro di squadra, sostenendo l'importanza di puntare assieme ad un obbiettivo comune, perchè si può scegliere se affrontare un cammino in solitaria oppure sostenendosi a vicenda. Particolare risalto è stato dato ai concetti di volontà, perseveranza e determinazione, essenziali per chi in questa disciplina desidera togliersi delle soddisfazioni.
L'organo tecnico della Juniores e Seconda Categoria Daniele Tocco ha invece analizzato qual è l'aspetto in cui gli arbitri che transitano dal SGS alla Juniores hanno riscontrato principali lacune, ed è emersa la necessità di imparare a gestire al meglio le energie per tutta la durata della gara (10' più lunga) per evitare cali atletici e di concentrazione.
Il Presidente Luigi Ramo ha affrontato la gestione del multi evento; l'organo tecnico del Calcio a 5 sezionale Marco Delpiano la gestione della panchina; l'organo tecnico degli osservatori Antonio carta invece ha fissato invece alcuni paletti sulla regola 11. Sono intervenuto anche i collaboratori del SGS affrontando il tema del “Denying Obvious Goal Scoring Opportunity”(negare l’evidente opportunità di segnare una rete), le procedure per la determinazione della squadra vincente, la figura dell'arbitro atleta e un’analisi dei quiz tecnico regolamentari.
Non sono mancati i momenti di svago e di socializzazione: sono state realizzate delle video interviste e ogni arbitro è stato omaggiato dall'organo tecnico di una cravatta.
I lavori si sono protratti sino a sera, quasi 12 ore di raduno che ha lasciato ai ragazzi, per loro ammissione, la giusta carica per affrontare le finali del Settore giovanile delle prossime settimane.

Foto Gallery:
Foto copertina: Il gruppo degli arbitri insieme ai responsabili
Foto 1: Gli arbitri durante i test atletici
Foto 2: Gli arbitri durante il riscaldamento
Foto 3: Un momento della riunione
Foto 4: gli arbitri Simone Muru e Claudio Varsi durante un intervento
Foto 5: gli arbitri durante il pranzo

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente