Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Grande successo per la “AIA Salerno Cup”

Francesco Staibano e Giovanni Aruta - 06/07/2017, 18:38

Sezione di Salerno
Per il quinto anno consecutivo la Sezione di Salerno ha avuto il piacere e l'onore di organizzare nel meraviglioso scenario della costiera cilentana il torneo per Sezioni “AIA Salerno Cup”, che quest'anno ha visto la partecipazione di ben undici Sezioni provenienti da ogni parte dello Stivale.
Il torneo, cominciato lo scorso 23 giugno per poi concludersi due giorni dopo con le relative finali, si è disputato negli impianti di Santa Maria di Castellabate e Montecorice, presso i quali le undici Sezioni, divise in due gironi da sei e cinque squadre rispettivamente, si sono date battaglia per la conquista dell'ambito trofeo. Le Sezioni di Reggio Emilia, Foligno, Rieti, Albano Laziale, Ostia Lido, Isernia, Potenza, Taranto, Barletta, Catanzaro e, naturalmente, Salerno, tra un calcio e l'altro al pallone, hanno potuto ammirare le meravigliose bellezze paesaggistiche del posto, trascorrendo in serena compagnia tre giornate con colleghi coi quali si condivide la stessa grande passione.
In rappresentanza dell'Associazione Italiana Arbitri è intervenuto nel corso della cena di gala anche il Vice-Presidente dell'AIA Narciso Pisacreta, che, assieme al Presidente del CRA Campania Virginio Quartuccio e al Presidente della Sezione salernitana Roberto Ronga, ha consegnato ai Presidenti delle Sezioni presenti gli attestati di partecipazione, oltreché un sincero augurio a tutti per un futuro roseo e ricco di soddisfazioni.
Ciò che ha particolarmente colpito durante la tre giorni in Cilento, tuttavia, è stato lo spirito associativo mostrato da tutte le Sezioni, che hanno partecipato con sano divertimento all'ormai già quinquennale manifestazione organizzata in maniera impeccabile dalla Sezione di Salerno. A corroborazione di ciò, durante le sfide tra Sezioni sono stati più volte inneggiati dalle tribune balli e canti tipici delle varie regioni, mettendo così in mostra una sincera goliardia che ha armonizzato ancor di più la già leggera atmosfera. Un vero e proprio spettacolo suggellato da lunghi cori intonati dalle squadre ai loro stessi avversari, nient'affatto nemici ma travestitisi per l'occasione da fidati amici e colleghi.
In un ambiente ilare e festoso, ad alzare il trofeo è stata la Sezione di Reggio Emilia, che nella finalissima ha sconfitto ai tiri di rigore la Sezione di Barletta. Il terzo posto è andato invece alla Sezione di Taranto, impostasi sui padroni di casa di Salerno, nuovamente ai tiri di rigore. Ad aver vinto per davvero, però, è stata l'Associazione tutta, che attraverso la “AIA Salerno Cup” ha nuovamente trasmesso al mondo dello sport messaggi di rilevante importanza sociale. Aggregazione, spirito di squadra e associativo, sana competizione e puro divertimento sono soltanto alcuni dei temi emersi durante una manifestazione che ha ancora una volta centrato il suo unico e vero obiettivo.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente