Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Campionato di Beach Soccer, a Catanzaro Lido l’ultima tappa del girone B

Francesco Leone - 25/07/2017, 12:42

Il 21, 22 e 23 luglio si sono disputate, a Catanzaro Lido – Località Giovino, le ultime tre giornate della stagione regolare del campionato italiano di serie “A” Beach Soccer, girone “B”, e del campionato femminile, girone “B” (due in totale sono i gironi).
Le gare svoltesi all’Arena Beach, ubicata all’interno dello stabilimento balneare Santa Fe, hanno avuto per sfondo uno splendido mare azzurro, limpido e cristallino.
La squadra arbitrale del Beach Soccer, capitanata dal Responsabile Marcello Caruso e dai Componenti Vincenzo Cascone e Marco Buscema, ha schierato gli arbitri internazionali: Salvatore Bottalico, Sezione di Bari, e Giuseppe Sicurella, Sezione di Agrigento; gli esperti e collaudati: Salvatore Di Mauro, Sezione di Sesto San Giovanni; Filippo Pancrazi, Sezione di Ragusa; Attilio Sannino, Sezione di Napoli, ed i giovani promettenti: Francesco Cardone, Sezione di Agropoli; Salvatore De Prisco, Sezione di Nocera Inferiore; Giuseppe Ditto, Sezione di Reggio Calabria e Michele Martimucci, Sezione di Bari, i quali hanno ben diretto le 15 partite svoltesi durante questo caldissimo fine settimana.
Alla manifestazione era, altresì, presente uno stand della Sezione Arbitri di Catanzaro con cui la Sezione del Presidente Franco Falvo ha inteso promuovere il corso nazionale della stagione sportiva 2017/2018 per aspiranti arbitri.
Trattandosi delle ultime tre giornate di campionato della fase regolare, la tappa di Catanzaro ha decretato i primi verdetti della stagione; la fase a gironi del campionato femminile ha visto prevalere le ragazze del Canalicchio Catania, le quali hanno avuto la meglio sul Napoli Bs e la Lamezia Bs. Il Catania, invece, si è classificato primo nel girone “B”, superando, nel big match svoltosi il sabato, i cugini del Canalicchio Catania, al termine di un incontro spettacolare ed emozionate che ha letteralmente fatto spellare le mani al competente pubblico catanzarese. Impeccabile, nella circostanza, la direzione dell’internazionale Bottalico e dell’esperto Sannino.
Al termine delle tre giornate di Catanzaro, l’Atletico Licata, dopo aver perso venerdì lo scontro salvezza con il Lamezia, è retrocesso matematicamente in serie “B”.
La delicata gara, valevole la permanenza in serie “A”, è stata diretta in maniera magistrale dell’internazionale Bottalico, ottimamente assistito dal ragusano Pancrazi: nessun errore; nessuna protesta.
Accedono alla fase finale anche il Napoli Bs, che ha vinto senza problemi le tre gare disputate a Giovino, ed il pluricampione d’Italia Terracina; quest’ultima ha dato vita, domenica pomeriggio davanti ad arena gremita in ogni ordine di posti, ad un classico del beach soccer italiano: Catania Terracina. I siciliani hanno prevalso sui laziali, al termine di una partita spettacolare e dagli altissimi contenuti tecnici, con il punteggio di 8-2.
Precisa e senza pecche la direzione dell’internazionale Sicurella e di Cardone.
La partita più seguita è stata, naturalmente, il derby dei due mari tra Catanzaro e Lamezia Terme, svoltosi, sabato pomeriggio, davanti ad una splendida cornice di pubblico, con una folta rappresentanza lametina. La gara, molto tirata ed equilibrata, ha fatto registrare un evento molto curioso dal punto di vista statistico: sono stati assegnati ben sei calci di rigore, tre a ciascuna delle due squadre, e ben cinque rigori sono stati sbagliati. Decisivo, ai fini del risultato, l’errore commesso dall’attaccante del Catanzaro a 37” dal termine del terzo ed ultimo tempo; la parata del portiere del Lamezia ha regalato la vittoria del derby, ai lametini, per 4 - 3. Impeccabile la prestazione dell’internazionale Sicurella, a cui basta lo sguardo per stroncare sul nascere gli accenni di protesta dei giocatori e delle persone ammesse in panchina, ben assistito dall’esperto Di Mauro.
Il responsabile del CAN BS, Marcello Caruso, ed i suoi collaboratori, hanno manifestato, al termine delle tre giornate catanzaresi, la loro soddisfazione per l’ottima prova fornita da tutti i ragazzi impegnati, ma, guardando avanti, li hanno invitati a tenere alta la concentrazione per il prossimo e decisivo fine settimana, quando si ultimerà anche il calendario del girone “A”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente