Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

CAN PRO, Giannoccaro: “In campo siate una squadra e fidatevi l’uno dell’altro”

Arturo D’Orsogna - 26/07/2017, 22:00

Continua il lavoro per la CAN Pro in quel di Sportilia con l’arrivo degli assistenti arbitrali del gruppo Centro-Sud, i quali sono subentrati ai colleghi del gruppo del Centro-Nord, ripartiti dal centro tecnico solo dopo aver sostenuto in mattinata l’ultimo dei test atletici ovvero l’Ariet test.
Nella due giorni i lavori sono stati sia differenziati sia congiunti per poter approfondire gli aspetti prettamente legati agli arbitri nonché quelli legati agli assistenti.
Il primo giorno, al mattino, gli arbitri dopo aver effettuato le prove atletiche (Yo-Yo test e i 40 metri, entrambe brillantemente superate), hanno preso parte ad una riunione in aula tenuta dalla psicologa Dott.ssa Eva Di Iorio incentrata sulla gestione della “concentrazione” ovvero della gestione mentale in partita di più eventi contemporanei. Altro tema trattato è stato quello della gestione dell’errore, cioè della capacità di assorbire tale evento per non commetterne altri. Per la dottoressa gli arbitri sono bravissimi nell’estraniarsi e nel non lasciarsi condizionare da ciò che li circonda ma devono comunque mantenere distinta la “concentrazione” dalla “attenzione” per non commettere errori.
Nel pomeriggio sempre lavoro distinto per i due gruppi, infatti gli arbitri dapprima hanno assistito ad una riunione tenuta dall’intera Commissione con la visione di filmati e con l’analisi degli episodi più rilevanti, avvenuta sempre mediante un confronto diretto, successivamente si sono recati presso il campo sportivo per la seduta pomeridiana di allenamento, lasciando l’aula ai colleghi assistenti che, rientrati dal campo, hanno assistito alla spiegazione della Circolare n. 1 da parte di Vincenzo Meli, Francesco Milardi e Fabio Banconi del Settore Tecnico.
In serata riunione congiunta per analizzare, come al primo giorno di raduno, i filmati riguardanti la collaborazione che vi deve essere tra le due componenti della squadra arbitrale e qui il Responsabile Danilo Giannoccaro ha ribadito “In campo siate una squadra e dovete fidarvi l’uno dell’altro”.
Al mattino del nuovo giorno i due gruppi degli arbitri e degli assistenti hanno continuato a svolgere lavori differenziati, volti sempre alla preparazione della Stagione Sportiva che li vedrà impegnati. A turni alterni hanno svolto lavori in aula e sul campo, in particolare gli assistenti sotto il controllo dei Componenti Faverani e Calcagno hanno sostenuto le prove atletiche dei 5 x 30 metri e dei 10 - 8 - 8 – 10 metri, mentre gli arbitri, con il Giannoccaro ed il Componente Ciampi, hanno visionato dei filmati tecnici inerenti la mass confrontation, i gravi falli di giuoco, il fallo di mano ed il DOGSO.
Dopo il cambio gli arbitri hanno effettuato un allenamento sul campo e gli assistenti una volta rientrati in aula hanno dapprima svolto i quiz tecnici con il Settore Tecnico e poi con la Commissione hanno visualizzato alcuni filmati.
Nel pomeriggio nuovamente tutti in aula per una riunione congiunta alla presenza della Commissione e del Settore Tecnico per il proseguo dell’analisi dei filmati.
All’uscita i ragazzi hanno avuto la sorpresa della visita del Componente CAN B Christian Brighi, il quale ha portato un saluto ai ragazzi della sua ex Commissione
Terminata la riunione i due gruppi si sono recati presso i due campi principali della struttura per effettuare una seduta di allenamento caratterizzata da un violento temporale.
La giornata è volta al termine con un momento di goliardia, ovvero la tradizionale festa dedicata ai ragazzi al quinto anno di appartenenza in CAN PRO.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente