Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Circolare 1, il Catanzaro Calcio a lezione dagli arbitri

Francesco Leone - 21/08/2017, 19:00

Sezione di Catanzaro
Lo scorso 16 agosto la Sezione AIA “Antonio Gualtieri” di Catanzaro ed il Catanzaro Calcio, società professionistica militante nel campionato di Serie “C”, hanno scritto una bella pagina di collaborazione leale, tra calciatori, tecnici ed arbitri, nonché di formazione e divulgazione delle regole del giuoco del calcio.
La conoscenza di quest’ultime, infatti, costituisce la base di questo sport e consente di evitare le proteste inutili dei calciatori e dei tecnici.
La Sezione di Catanzaro, guidata dal Presidente Francesco Falvo, aveva contattato, lo scorso mese di luglio, il nuovo Presidente del Catanzaro Calcio 2011, l’imprenditore Floriano Noto, e gli aveva chiesto un appuntamento per discutere il problema degli accrediti allo stadio e avviare una sinergia istituzionale tra la Sezione AIA e la sua società.
Il Presidente Noto aderiva all’invito rivoltogli e veniva subito fissato un incontro in cui erano state discusse e concordate le nuove modalità di accesso allo stadio di Catanzaro, per tutti gli associati AIA.
Il patron del Catanzaro Calcio, colpito favorevolmente dalla professionalità e dallo spirito di iniziativa manifestati dai dirigenti arbitrali, facendo proprio il progetto di sinergia istituzionale auspicato dal Presidente Falvo, ha chiesto, alla Sezione di Catanzaro, di illustrare, allo staff tecnico ed ai calciatori del Catanzaro, le novità e modifiche al regolamento del giuoco del calcio introdotte, per la stagione sportiva 2017/2018, con la Circolare n. 1, emanata lo scorso marzo dall’IFAB (International Football Association Board).
Per tale motivo, previa autorizzazione del Presidente Nazionale Marcello Nicchi, il quale ha espresso la sua grande soddisfazione per l’iniziativa, il Presidente sezionale Francesco Falvo, accompagnato dal Vice Presidente vicario, Lorenzo Costa, e da Valerio Caroleo, Componente della Commissione Arbitri Interregionale ed associato catanzarese, si sono recati presso la sede del Catanzaro Calcio ed hanno spiegato, ai dirigenti, ai tecnici ed ai calciatori, le novità regolamentari introdotte con la Circolare n. 1.
Valerio Caroleo, dopo aver ricordato che lo scorso anno era intervenuta una sostanziale modifica delle regole del giuoco del calcio, ha precisato che la Circolare n. 1 semplifica alcuni aspetti delle modifiche apportate lo scorso anno, in particolare sul fuorigioco e sui falli che negano, alla squadra attaccante, l’evidente opportunità di segnare una rete.
Caroleo, grazie alla collaborazione di Fabrizio Colosimo, associato della Sezione di Catanzaro ed addetto ai rapporti con il Catanzaro Calcio per la gestione degli accrediti, ha illustrato, nel dettaglio, la Circolare n. 1, anche mediante la proiezione dei video prodotti dal Settore Tecnico, nonché, sempre attraverso l’ausilio dei filmati, ha specificato i parametri per la sanzione tecnica e disciplinare, soprattutto, per quanto concerne il DOGSO, nonché ha distinto, in maniera chiara e precisa, le situazioni in cui il fallo è “genuino” rispetto ai falli con cui si lede l’incolumità fisica dei calciatori.
L’attenta platea, composta dai calciatori e dallo staff tecnico del Catanzaro Calcio, ha interagito in maniera proficua con gli arbitri; i calciatori, in particolare, hanno, più volte, chiesto la parola, per chiedere ed ottenere le delucidazioni sul caso illustrato e sul filmato che veniva proiettato.
Esaurita la lezione, il Presidente Noto ha ringraziato la Sezione di Catanzaro ed il Presidente Falvo per l’opera di formazione svolta ed ha manifestato la sua grande soddisfazione per l’incontro, in quanto, dal suo punto di vista, arbitri, calciatori e tecnici devono dialogare per rendere il calcio più credibile ed uno spettacolo più godibile.
Falvo, ha espresso il suo compiacimento per l’incontro voluto e richiesto dalla principale società di calcio del capoluogo calabrese, che con la Sezione AIA di Catanzaro sono state gli apripista di questo nuovo dialogo e ci si augura anche di una fattiva e proficua collaborazione tra gli arbitri, i calciatori e le società.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente