Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Raduno precampionato in Irpinia per gli arbitri del futsal

Giovanni Aruta - 31/08/2017, 10:39

CRA Campania
Una splendida giornata di sole ha salutato il raduno precampionato del calcio a 5, svoltosi domenica 27 agosto ad Ariano Irpino.
I 79 arbitri e i 19 osservatori inseriti nell’organico, a disposizione degli Organi Tecnici Antonio Gallo e Vincenzo Francese – nominati Componenti CRA del C5 dal Presidente regionale Virginio Quartuccio - hanno iniziato alle 8:30 la loro intensa attività mattutina in maniera differenziata.
Gli arbitri, divisi in tre batterie - diretti dallo staff del preparatore atletico Oreste Rocchetti e sotto l’occhio vigile di Francese - si sono cimentati nelle previste prove atletiche, che si sono concluse con l’effettuazione dell’ARIET. Test che hanno soddisfatto la commissione, soprattutto per le performance dei 20 nuovi immessi.
Contemporaneamente, nella sala convegni della struttura ospitante, il Componente CRA Antonio Gallo iniziava un’attenta analisi sulla relazione dell’osservatore regionale di C5, con particolare attenzione al giusto abbinamento prestazione / voto, tenendo strettamente presente la parte dedicata alla futuribilità.
Alle 12.30 arbitri ed osservatori si sono ritrovati insieme in aula, dove sono stati salutati dal Presidente regionale Virginio Quartuccio, già Commissario CAN D, che nel 1998 creò l’organico di calcio a 5 (CAN 5), il quale ha ribadito le enormi prospettive ed opportunità offerte da questa disciplina.
Successivamente, gli OT hanno impartito alcune importanti disposizioni comportamentali ed organizzative. Dopo la pausa pranzo, il raduno ha visto la partecipazione del Delegato del calcio a 5 Antonio Sarnelli e del giudice sportivo del Comitato Regionale campano, che ha auspicato una maggiore collaborazione e confronto tra queste due importanti componenti del gioco.
Il gruppo poi ha ricevuto la gradita visita del Componente della CAN 5 Marcello Toscano, che ancora una volta ha voluto dimostrare con la sua presenza l’affetto che nutre per questa importante componente della famiglia arbitrale. Nel corso del suo intervento, ha ricordato la serietà e l’impegno degli arbitri in questi anni e gli ottimi risultati della Commissione, che ha proposto nelle ultime due stagioni ben nove arbitri alla CAN 5.
Successivamente ci sono stati gli interventi dell’arbitro internazionale di calcio a 5 Nicola Maria Manzione di Salerno e dell’arbitro CAN 5 Nicola Raimondi di Battipaglia, che hanno dato una carica motivazionale ai presenti.
Terminate le visite si è passati alla parte squisitamente tecnica, con l’analisi di alcune precisazioni contenute nelle linee guida del Settore Tecnico, presenti con l’ex arbitro CAN5 Giacomo De Varti della Sezione di Foggia.
Inoltre gli OT si sono soffermati sulle interpretazioni in merito al gioco del portiere, alle errate sostituzioni e le loro innumerevoli conseguenze (in particolare la Regola 3), al posizionamento in occasione di alcune riprese di gioco e sull’applicazione del vantaggio e dell’“aspetta e guarda”.
Sempre nel pomeriggio, si sono svolti poi i quiz interattivi tecnico-regolamentari condotti da Giacomo De Varti, che hanno evidenziato un’ottima preparazione regolamentare, dal momento che la media errori è stata molto bassa. Tutti i dubbi sono stati poi chiariti con l’analisi successiva delle risposte.
L’attività si è conclusa, intorno alle 21, con la visione di un emozionante video motivazionale preparato dalla commissione. «I raduni servono a conoscerci meglio per fare bene - ha detto Virginio Quartuccio - Siamo una regione che cresce e che ha enorme potenzialità ancora nascoste. Dobbiamo lavorare ancora per migliorare».

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente