Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Pizzi: “In ogni arte la semplicità è essenziale”

Federico Di Giovanni - 03/09/2017, 19:30

CRA Lombardia
Domenica 27 agosto si è chiuso l’ultimo dei quattro giorni di raduni precampionato del Comitato Regionale Arbitri della Lombardia. Il presidente Alessandro Pizzi e la sua Commissione hanno proposto un programma intensissimo e ricco di importanti ospiti che ha dato la possibilità a tutti gli associati in forza all’Organo Tecnico Regionale di approfondire sia argomenti tecnici sia tematiche atletiche e tattiche.
I lavori sono iniziati Giovedì 24 agosto con il raduno di Prima Categoria aperto dal componente del Comitato Nazionale Michele Conti; mattinata di test atletici e disposizioni sul campo e pomeriggio in aula con i designatori Mauri e Proietti e con i componenti del Settore Tecnico Barillà, Gottardi e Masini che hanno esposto, come nei giorni successivi per tutti gli organici, la circolare numero uno.
Venerdì è stato il turno degli arbitri di Promozione del designatore Dall’Aglio e dell’arrivo nel pomeriggio del gruppo degli arbitri di Eccellenza. Il campo è stato calcato per tutta la giornata, nella mattinata allenamento, test e disposizioni tattiche per la Promozione; il pomeriggio ha visto i 47 Arbitri di Eccellenza fare altrettanto. In aula il presidente Pizzi ha voluto sempre sottolineare come l’arbitraggio sia “management” e, in quanto tale, per essere affrontato efficacemente e serenamente, non possa prescindere da una peculiare preparazione e da una logica di semplificazione di ogni situazione. Per tutti gli associati impiegati sui terreni di giuoco e sulle tribune il messaggio di Pizzi è stato: “Fate le cose semplici e non cercate la finezza a tutti i costi”; frase che il presidente arricchisce con la citazione del filosofo Arthur Schopenhauer: “in ogni arte la semplicità è essenziale”. Da sottolineare gli interventi dell’ex Responsabile della CAN A Domenico Messina e la lezione tecnica serale tenuta dagli associati CAN PRO lombardi Sozza, Provesi, Colombo, Trinchieri, Avalos e Ceccon su collaborazione e team work.
Sabato è stato il secondo giorno di stage formativo per gli arbitri di Eccellenza ma anche il giorno di raduno per gli assistenti arbitrali. I test atletici mattutini, coordinati dai designatori Provesi, Foschetti ed Avellano, hanno fatto registrare anche la visita degli Assistenti CAN A Vivenzi, Ranghetti e Lo Cicero. I tre colleghi della massima serie hanno anche passato qualche momento in aula con i ragazzi al fine di trasmettere loro tutti i migliori consigli per entrare in ottica di preparazione professionale degli aventi, dalla Stagione alla singola gara.
Parallelamente alle fasi di campo per la Promozione, in aula c’erano gli Eccellenti che si incontravano con i rappresentanti delle società di promozione ed eccellenza. Sono intervenuti, per l’occasione, il presidente della LND Lombardia Baretti e la vice presidente Rasori, il Responsabile del Settore Giovanile Scolastico Terraneo, il rappresentante dei calciatori Laurieri ed il Giudice Sportivo Meles.
Nel pomeriggio gli arbitri e gli assistenti, uniti in riunione plenaria, hanno discusso, tra gli altri, con il Componente della CAN PRO Renato Faverani e con l’arbitro internazionale Paolo Mazzoleni. Serata conclusa con altri lavori in aula con il presidente Pizzi.
Sempre nel pomeriggio, ma presso i locali della Sezione di Bergamo, si è svolto un incontro tecnico e organizzativo con i Presidenti delle 25 Sezioni lombarde e i loro Organi Tecnici Sezionali, i segretari e i cassieri. I lavori sono stati coordinati dal Vice Presidente Paolo Viola che ha dedicato uno spazio significativo per affrontare i temi sempre presenti del Codice Etico e di Comportamento. Sono stati trattati, inoltre, i consueti aspetti organizzativi d’inizio Stagione con il nuovo componente Oliveri e il Segretario Somaschini, mentre il componente Raspanti ha richiamato alcuni aspetti amministrativi e Visigalli ha approfondito la formazione riservata agli osservatori sezionali. Ai presenti è stata, inoltre, illustrata la Circolare 1 da parte del Mentor Regionale del Settore Tecnico Alessandro Varriale a cui si è aggiunto in serata anche l’altro Mentor Fabio Galloni per collaborare nella giornata di domenica allo stage riservato agli arbitri neo immessi di Prima Categoria ed ai neo assistenti arbitrali: un contributo prezioso da parte di due elementi che si possono considerare a tutti gli effetti come parte integrante di questa squadra CRA.
Domenica, per il giorno di chiusura, sono arrivati gli Osservatori regionali coordinati da Visigalli ed arbitri e assistenti neo-immessi. Insieme a loro l’arrivo dei 25 presidenti di Sezione lombardi ha sancito anche l’inizio della prima consulta della Stagione. Mattinata di test e pomeriggio di quiz per i neo-immessi mentre gli osservatori facevano una full immersion di aula che si è conclusa solo a metà pomeriggio quando, insieme all’intera commissione, si sono trasferiti allo stadio di Brusaporto per visionare una gara di Coppa Italia di Eccellenza.
I lavori di gruppo sono ormai conclusi, la stagione è alle porte e tutta la squadra regionale è adesso più che mai pronta a partire.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente