Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Un raduno ricco di emozioni

Luca Cesaretti - 15/09/2017, 18:00

Sezione di Lucca
Inizio di stagione per i ragazzi della sezione di Lucca che hanno partecipato l’11 e 12 settembre al raduno sezionale dedicato ai proponibili, nuovamente di due giorni alla luce delle felici esperienze degli ultimi due anni. La località scelta quest’anno è stata in Garfagnana, nel centro turistico del Casone di Profecchia. In una cornice ambientale rilassante e funzionale si è venuto a creare sin da subito un proficuo mix di divertimento e impegno nell’approccio al lavoro tecnico e atletico previsto e, specie i più giovani e inesperti colleghi, hanno dimostrato di gradire.
Apprezzabile a questo proposito la presenza di alcuni ragazzi già inseriti nel ruolo regionale (De Marco, Bassetti, Passaglia e Baschieri G.) che hanno partecipato a questo raduno portando la loro esperienza per condividerla con i loro coetanei.
Ritrovo di prima mattina per effettuare i test atletici; ad accoglierli il presidente Ruffo, con alcuni dei consiglieri sezionali. Nonostante il meteo non proprio benevolo, lo spirito giusto nei ragazzi c'è, l'impegno pure ed i test atletici infatti hanno avuto un esito sostanzialmente positivo, avendo ottenuto globalmente un miglioramento medio rispetto agli anni precedenti; a riprova della validità del lavoro nel polo di allenamento sezionale.
Nel pomeriggio sono iniziati i lavori in aula, coordinati dai membri del Consiglio Direttivo Sezionale. Subito i ragazzi hanno affrontato i quiz regolamentari, in cui hanno dimostrato una discreta conoscenza complessiva delle regole del gioco e associative. A seguire il Presidente Antonio Ruffo ha rinnovato ai giovani colleghi le raccomandazioni tecniche e comportamentali sia da tenere sul campo che in ambito associativo; il vicepresidente Leonardo Bertoncini ha ribadito le modalità a cui attenersi nell’accettazione delle gare mentre il Delegato AIA presso il Giudice Sportivo Morando Barsi ha indicato quali mancanze vengono maggiormente riscontrate nei referti. Nel rimanente tempo libero, di notevole valenza aggregativa, è stata l’organizzazione non programmata di un torneo di calcetto, in cui la fase goliardica ha preso il sopravvento ed in cui anche la squadra del Consiglio, nonostante gli evidenti appesantimenti fisici, ha detto la sua.
La prima giornata si è conclusa con la cena, a cui si sono aggregati anche gli arbitri Simone Picchi e Giacomo Lencioni, attualmente operanti CAN D e alla CAI. La mattina successiva i ragazzi hanno ricevuto utilissime indicazioni pratiche sul campo dal presidente e dai consiglieri Danilo Gambardella e Michele Baschieri e, a seguire, in aula è stata effettuata una attenta disamina delle risultanze tecnico/atletiche del raduno, a cura del referente atletico sezionale a cui è seguito un contributo motivazionale del Consigliere Luca Cesaretti che ha portato nella discussione la propria esperienza di osservatore arbitrale in CAN D, invitando i ragazzi ad impegnarsi con convinzione per poter arrivare in futuro a divertirsi sempre più nell’arbitraggio, riuscendo a calcare impianti sempre più prestigiosi e gratificanti.
I lavori si sono conclusi con il saluto ed il ringraziamento di Ruffo ai presenti ed il “rompete le righe” finale di un raduno precampionato realmente emozionante sia per i ragazzi che per i membri del consiglio, denso di esperienze nuove e proficue sia dal punto di vista tecnico che di aggregazione associativa; pensato per preparare i giovani colleghi alle modalità organizzative cui dovranno eventualmente confrontarsi nelle loro future esperienze negli Organici tecnici superiori.

In copertina un momento di relax. In galleria un momento dei lavori in aula, sul terreno di gioco per test e disposizioni, la foto di gruppo.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente