Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Spirito associativo e tanta tecnica allo stage precampionato

Christian Poliseno - 21/09/2017, 19:18

Sezione di Taranto
Dal 7 al 10 settembre, si è svolto l’ottavo stage organizzato dalla Sezione di Taranto rivolto agli arbitri che operano a livello sezionale. Riconfermata per il terzo anno consecutivo la splendida location di Campitello Matese, oramai sinonimo di accoglienza e tranquillità.
Le attività sono cominciate nel pomeriggio del giovedì con la prima riunione che, attraverso un attento e meticoloso lavoro dell’osservatore Christian Greco, ha permesso a tutti i presenti di capire, grazie ad un’analisi di relazioni arbitrali, quali sono le lacune che più spesso vengono annotate dagli osservatori durante le loro visionature. Successivamente è stato il momento di spostarsi sul campo di gioco ove, dopo alcune disposizioni del Presidente di Sezione Gianfranco Di Leo, del Vice Leonardo Sansolino, nonché dei due osservatori Christian Greco e Roberto Adamo, i ragazzi hanno svolto la prima seduta atletica sul terreno in erba naturale.
La mattinata del secondo giorno è iniziata con la somministrazione dei quiz tecnici, preceduto dallo yo-yo test. Il pomeriggio, invece, è stato dedicato alla correzione dei quiz svolti in mattinata e alla visione di numerosi video atti ad approfondire le tematiche presenti nella Circolare n.1 di questa nuova Stagione Sportiva. Successivamente, di nuovo sul terreno di gioco, è stato il momento di analizzare gli spostamenti ed i posizionamenti che l’arbitro è tenuto ad applicare durante lo svolgimento di una gara. In serata, ogni partecipante ha avuto la possibilità di colloquiare con il Presidente di Sezione Gianfranco Di Leo delle prestazioni fornite nella scorsa Stagione Sportiva e, quindi, di prefissare degli obiettivi da raggiungere in quella che ha appena aperto i battenti.
Il terzo giorno è iniziato con un importante lavoro fisico-atletico svoltosi sul terreno di gioco attraverso percorsi di velocità e potenziamento muscolare. Il programma ha previsto un’altra riunione tecnica in mattinata, questa volta improntata sull’aspetto motivazionale e di responsabilizzazione della figura arbitrale.
Dopo pranzo è stato ancora il campo a fare da protagonista. Questa volta però, gli arbitri hanno avuto la possibilità di utilizzare un oggetto con il quale, durante la Stagione, si ha poca dimestichezza: il pallone. Infatti, a fine allenamento, tutti gli associati, divisi in due squadre, hanno provato ad improvvisarsi calciatori, giocando una partita caratterizzata da aggregazione, spirito associativo e di squadra che ha avuto lo scopo di unire ancora di più i presenti.
Giunto il momento di tirare le somme sullo stage svolto, ogni partecipante ha espresso le sue valutazioni sull'esperienza vissuta fornendo anche suggerimenti per le future edizioni, ma soprattutto è stata l’occasione per poter ringraziare i dirigenti sezionali che si prodigano costantemente dedicando gran parte del loro tempo per la formazione dei giovani arbitri. Domenica mattina tutti sull'autobus per il ritorno a Taranto con la visibile soddisfazione dei giovani arbitri, consapevoli di aver trascorso delle importanti giornate formative foriere di una grande una nuova Stagione Sportiva.

In copertina, una foto di gruppo all’arrivo presso la struttura che ha ospitato l’evento
In gallery:
- Uno scatto durante la seduta atletica
- Il Presidente di Sezione Gianfranco Di Leo, motiva i giovani arbitri
- Il Presidente Di Leo, con il suo Vice Sansolino e gli osservatori Adamo e Greco
- La platea osserva attentamente una serie di filmati
- Uno scatto durante la cena finale

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente