Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Gli arbitri trentini al via dalla Val di Fiemme

Riccardo Calvara - 22/09/2017, 09:00

Sezione di Trento
E’ il suggestivo scenario della Val di Fiemme, e dei comuni di Cavalese e Varena, ad ospitare il raduno precampionato degli arbitri della Sezione di Trento, che hanno dato vita ad una due giorni impegnativa ma senza dubbio edificante, per la crescita arbitrale e personale dei suoi associati.
In un numero considerevole gli arbitri individuati per la giovane età o per essersi distinti per merito nella passata Stagione Sportiva, si sono ritrovati la mattina di sabato 9 settembre, presso il campo sportivo “Dossi” di Cavalese. Qui hanno effettuato i test atletici che ricomprendevano i 40 mt e lo yo-yo test, supervisionati dal presidente di Sezione Mariano Varesco e dal referente atletico sezionale.
Successivamente è stata la volta delle lezioni sul terreno di giuoco, dove il presidente e la sua squadra, coadiuvati dagli associati CAN D Francesco Scifo e Matteo Dallapiccola, hanno impartito disposizioni su posizionamento, fischio e provvedimenti disciplinari, riscuotendo grande interesse da parte degli arbitri.
Spostatisi presso l’hotel “alla Rocca” di Varena, preceduta da un lauto pranzo, è stata la volta dell’apertura ufficiale del raduno ad opera del Presidente Varesco. A seguire i test tecnici, somministrati dal Mentor provinciale Franco Pauletto. Quindi la parola al presidente, che ha commentato i test tecnici e quelli atletici, con particolare soddisfazione per i secondi che hanno denotato una buona preparazione fisica degli arbitri trentini, quanto mai pronti per la stagione sportiva ormai in corso.
Diverse disposizioni tecniche e la visione di filmati di gioco hanno preceduto la visita di alcuni graditi ospiti: il presidente del Comitato Provinciale Arbitri di Trento Giorgio Daprà, il componente della FIGC Trento Marco Rinaldi e in rappresentanza del comune di Varena l’assessora Federica Scarian, i quali hanno dato vita a interventi interessanti e costruttivi.
Ecco allora arrivato in serata, il momento dei colloqui di gruppo con il responsabile della categoria giovanissimi e allievi Giovanni Fattoruso e con i responsabili della categoria juniores provinciale e 2° categoria rispettivamente Marco Piccolrovazzi e Mariano Varesco. Con la cena e successivi momenti ludici e di associazionismo, si è conclusa la prima giornata di raduno.
La mattina seguente è stata la volta dell’apertura del raduno per gli osservatori: somministrati i test tecnici, si è passati alle disposizioni a cura del responsabile delle designazioni Varesco e del suo collaboratore per la lettura e analisi delle relazioni Renato Benedetti.
Ha preso poi la parola il Settore Tecnico, nella persona di Franco Pauletto, che coadiuvato dell’arbitro Antonio Nisi ha presentato la Circolare n. 1, per tutti gli associati presenti, arbitri e osservatori.
Con un bel pranzo è arrivato il momento conclusivo per il raduno in quel della val di Fiemme, che ha sottolineato la conferma di un movimento arbitrale trentino in continua crescita.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente