Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Premi e vincolo associativo alla prima riunione tecnica

Ferdinando Insanguine Mingarro - 29/09/2017, 15:00

Sezione di Barletta
Lo scorso 21 settembre, dopo un’estate trascorsa all’insegna di un’intensa preparazione atletica, gli associati della Sezione di Barletta hanno ripreso l’attività tecnica con una riunione plenaria in cui è emerso tutto il loro entusiasmo e, soprattutto, il grande senso di appartenenza all’Associazione. Senso di appartenenza ad una causa comune: proprio quello che tiene unita una squadra, anzi una famiglia, nei momenti di gioia, ma anche in quelli di difficoltà.
Non a caso, il Presidente di Sezione Savino Filannino, nel suo appassionato intervento di apertura della riunione, ha sottolineato che: «In questa stagione sportiva dobbiamo continuare ad essere compatti, solidali gli uno con gli altri, in modo da sentire queste mura sezionali come la nostra casa. Soltanto così possiamo continuare a far crescere questo movimento».
Ed in linea con il vincolo di solidarietà che storicamente lega tra loro gli associati barlettani, nel corso dei lavori Filannino ha conferito un giusto riconoscimento proprio a chi, la scorsa stagione, è stato, per diverse ragioni, dismesso dagli organici nazionali. Si tratta di Francesco Disalvo, assistente alla CAN B con esperienza anche sui terreni di gioco della Serie A, di Giuseppe Antonacci, bandierina dismessa dalla CAN PRO, ma anche di Sergio Binetti, Diego Di Tondo, Pierangelo Pellegrini e Roberto Filannino che hanno dovuto fermare la loro corsa in Serie D. «Sono tutti ragazzi meritevoli, anzi straordinari», ha detto Filannino. «Sono certo che non sarà una battuta d’arresto ad impedire loro di divertirsi, ma soprattutto di continuare a dare il loro servizio all’Associazione, mettendo la loro esperienza a disposizione dei più giovani».
E quindi, con uno scrosciante e lungo applauso, gli ormai ex assistenti arbitrali hanno ricevuto una targa ricordo di questa loro tappa nell’AIA dalle mani del Componente del Comitato Nazionale, Maurizio Gialluisi.
Il dispiacere e l’appoggio per i dismessi, però, non ha impedito gli arbitri barlettani di festeggiare chi, invece, la scorsa stagione ha ottenuto una meritata promozione, transitando in un Organo Tecnico Nazionale. Il riferimento è all’assistente Pierluigi De Chirico, da questa stagione in Can PRO e fresco di esordio in Serie C, all’arbitro Domenico Leone che, dopo una stagione di rilievo sui campi dell’Eccellenza pugliese, transita alla CAI; campi dell’Eccellenza calcati, in maniera egregia, anche dagli assistenti Vincenzo Balestrucci ed Emanuele Fumarulo, promossi in CAN D. Riconoscimento, infine, per Giovanni Di Ruvo che, forte della sua esperienza in Regione come arbitro di Calcio a Cinque, è stato promosso alla CAN 5. «Questa promozione», chiosa con forza Filannino «Sia per voi uno sprone per mettere in luce tutte le vostre qualità sin dalle prime giornate, in modo da portare il nome di questa Sezione il più in alto possibile».
Per i promossi, come da tradizione, il Presidente Filannino ha dedicato una targa ricordo in modo da rendere indelebile questo importante passaggio. Dopo aver riepilogato i prossimi eventi in calendario – in particolare, il raduno sezionale ormai alle porte – lo stesso ha concluso i lavori abbracciando virtualmente ogni associato, augurando che la Sezione di Barletta, oltre al raggiungimento dei più ambiziosi obiettivi tecnici, possa proseguire la sua crescita associativa, confermandosi come una grande famiglia.

In copertina, un momento dell’intervento del Presidente Filannino
In gallery:
- Premiato Francesco Disalvo, dismesso dalla CAN B;
- Riconoscimenti a Pierangelo Pellegrini e Roberto Filannino, dismessi dalla CAN D;
- Targa ricordo per Giuseppe Antonacci, dismesso dalla CAN PRO e Sergio Binetti, dalla CAN D;
- Premio per Pierluigi De Chirico, transitato in CAN Pro; Diego Di Tondo, dismesso dalla CAN D, qualche attimo prima di ritirare il suo riconoscimento.
- Premiati gli assistenti Vincenzo Balestrucci ed Emanuele Fumarulo, neopromossi in CAN D;
- Riconoscimento per Domenico Leone, transitato alla CAI;
- Premio per Giovanni Di Ruvo, promosso alla CAN 5.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente