Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Arbitri e società insieme per “L’Eccellenza che amiamo”

Arturo D'Orsogna - 04/10/2017, 12:45

CRA Abruzzo
“L’Eccellenza che amiamo” è il nome del meeting organizzato dal Comitato Regionale della LND abruzzese lunedì 2 ottobre presso un noto hotel di Montesilvano.
La FIGC Abruzzo, presieduta dal Presidente Daniele Ortolano, ha così voluto dare seguito all’annuale incontro di fair-play giunto alla 15ª edizione, al quale hanno preso parte presidenti, allenatori e capitani delle società del massimo campionato regionale, ovvero l’Eccellenza, ed i direttori di gara di categoria dell’AIA Abruzzo.
Sicurezza degli impianti, collaborazione e condivisione tra le società e Fair-Play in campo e fuori dal campo sono alcune delle tematiche trattate, tutte di rilevante spessore in questo momento storico e sociale.
Argomento sensibile affrontato a lungo dal Presidente Ortolano con i Presidenti delle società è stato quello della sicurezza degli impianti sportivi, che dopo i tragici eventi di Torino della passata stagione rappresenta un tassello fondamentale per il regolare svolgimento delle manifestazioni sportive in ottemperanza dei dettati forniti dalle istituzioni (Questure, Prefetture, Osservatorio e Comitato); infatti tutti gli impianti devono avere oltre al regolare Certificato di agibilità, adeguate misure di sicurezza, settori differenziati per le tifoserie e vie di fuga ben definite.
Tali disposizioni sono dovute dal fatto che vi è la presenza di club di spessore nel massimo campionato regionale con un seguito di tifoserie molto numerose, ed allo stesso tempo anche di impianti non adatti ad accogliere in sicurezza grandi volumi di pubblico, perciò programmare per tempo gli interventi sugli impianti e le eventuali proposte di campi alternativi permetterebbe di giocare le gare alla presenza di tale pubblico e non a porte chiuse, ipotesi che rappresenterebbe una sconfitta per tutto il movimento calcistico regionale.
A presiedere l’evento in rappresentanza dell’AIA Abruzzo, il Presidente regionale Angelo Martino Giancola accompagnato per l’occasione dal Componente CRA Angelo Pasqua e da tutti gli arbitri di Eccellenza. L’intervento del Presidente Giancola è stato un’esternazione e rappresentazione del metodo di lavoro svolto dal Comitato regionale arbitri abruzzese, nel corso della Stagione Sportiva. Un lavoro di crescita e preparazione sotto ogni punto di vista sia atletico che tecnico, finalizzato sia alla crescita degli arbitri sia alla riduzione dell’errore ogni qualvolta che si scende in campo.
Giancola per l’occasione, ha mostrato alla platea il modus operandi adottato dal suo comitato in sede di raduno mensile, per la formazione dei ragazzi, ovvero l’analisi dei filmati relativi alle gare dirette dagli stessi nel corso del campionato regionale. Proprio attraverso una serie di filmati inerenti gli episodi più discussi delle prime sei giornate di campionato il Presidente CRA ha mostrato agli addetti ai lavori delle varie società intervenute, per quale motivo erano state prese delle decisioni da parte degli arbitri nel corso delle gare, analizzando tecnicamente ogni episodio e rispondendo alle domande dei presidenti, degli allenatori e dei capitani più curiosi.

Foto gallery:
1- Il gruppo degli arbitri in aula
2- Platea
3- Presidente CRA Abruzzo Giancola e Presidente FIGC Abruzzo Ortolano
4- Intervento tecnico del Presidente Giancola
5- Il gruppo degli arbitri di eccellenza abruzzese
6- Giancola ed il Componente Pasqua con le quote rosa degli arbitri abruzzesi di eccellenza

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente