Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Due raduni per una grande stagione

Davide Nicoletta - 20/10/2017, 17:00

Sezione di Aprilia
Due i raduni convocati per inaugurare la stagione sportiva 2017/2018 degli arbitri della Sezione di Aprilia. Domenica 24 Settembre, presso la struttura Green Village di Aprilia, è stata la volta del Calcio a 5: mattinata dedicata ai test atletici, sotto lo sguardo attento dei due referenti Frank Nana e Paolo Benestante, è proseguita con una lezione sul terreno di gioco, dedicata allo spostamento e al posizionamento, a cura dei “nazionali” Ivo Colangeli e Roberto Galasso, oltre che al Componente del Settore Tecnico – Area Formazione del Beach Soccer Fabio Polito. Dopo pranzo i lavori sono proseguiti presso i locali sezionali; prima dei test tecnici il Presidente Pietro Cazzorla ha introdotto i lavori esprimendo soddisfazione per i risultati ottenuti nella stagione scorsa ed incitando i colleghi a fare sempre meglio in questa disciplina molto radicata nella Sezione di Aprilia. Galasso e Polito hanno impartito le linee guida per la nuova stagione sportiva, mentre l’Organo Tecnico Sezionale Daniele Holweger ha illustrato il nuovo vademecum da applicare con l’inizio dei campionati. Gli osservatori, infine, si sono confrontati con l’Organo Tecnico Giovanni Garito il quale ha illustrato le disposizioni tecniche.
Sabato 6 e Domenica 7 ottobre, invece, è toccato agli arbitri e osservatori del Calcio a 11 che si sono radunati presso la struttura “Villa Artemis” a Nemi. I referenti atletici Nana, Gavini e Benestante hanno saggiato le condizioni degli arbitri, constatando una buona preparazione mostrata da parte di tutto l’organico. Trasferiti in aula, il componente del Settore Tecnico Arbitrale – Area Formazione del Beach Soccer Fabio Polito, ha premiato gli arbitri che si sono maggiormente distinti nei test atletici: Davide Cavasso, Leonardo Vingolo e Emanuele Tiranti. Il Presidente Cazzorla ha aperto i lavori nel ricordo di Stefano Farina e di una sua espressione: “Fare l’Arbitro vuol dire fare qualcosa con amore”. Di grande impatto si è rivelato l’intervento degli arbitri regionali della sezione presenti al raduno, che hanno dato dei consigli ai colleghi più giovani, augurando loro un buon inizio di stagione. In particolare ci si è soffermati sull’importanza dell’aspetto comportamentale, di un’adeguata conoscenza del regolamento e di un ottimale preparazione atletica: “in campo tutti possiamo sbagliare un episodio tecnico, ma si va avanti; al contrario sono ingiustificabili comportamenti inadeguati, tanto a livello regionale quanto sezionale” è emerso all’unisono tra gli intervenuti. Il referente del Codice Etico e di Comportamento, Alessandro Girolami, ha sottolineato il peso di un buon comportamento nei momenti che precedono la gara; quindi ha esposto una breve lezione circa il Regolamento AIA soffermandosi sull’Articolo 40 riguardante i doveri dell’arbitro e sulle modalità di comportamento cui attenenrsi in caso di episodi di violenza. Sono seguiti dei colloqui di gruppo per categoria, in cui gli OT hanno effettuato confronti con ogni arbitro presente. Dopo cena i lavori sono proseguiti con una lezione tecnica di Michela La Gorga, Andrea Giordani e Andrea Pasqualetto supportata da video la quale, nonostante l’ora, ha mantenuto vivo l’interesse dei ragazzi. I lavori sono ripresi la domenica mattina con una lezione su disposizioni e Vademecum da parte dell’Organo Tecnico Holweger. È seguita la nomina, come negli anni passati, del progetto “Mentor e Talent” sezionale della nuova stagione. Tra gli osservatori sono stati nominati Claudio Lanzillotto e Maurizio Nicotera, per gli arbitri: Alessandro Di Luzio, Stefano De Luca, Mario Feola e Alessandro Socea, per il grande impegno che hanno dimostrato nella scorsa stagione. Tornati in aula dopo pranzo, arbitri e osservatori hanno partecipato ad una lezione sulle circolari numero 1 e 2 tenuta da Giorgio Fortunati della Sezione di Roma 2 e Andrea Sorrentino della Sezione di Roma 1, entrambi del Settore Tecnico Arbitrale. Dopo i test regolamentari un ultimo intervento è stato riservato al Responsabile degli Osservatori del Comitato Regionale Arbitri del Lazio, Emiliano Mascherano, il quale ha saputo trasmettere ai presenti elementi tecnici essenziali quali lo spostamento e il posizionamento sul terreno di gioco. Non poteva mancare il caloroso saluto e in bocca al lupo del nostro collega alla CAN A e Vice Presidente sezionale Maurizio Mariani il quale, insieme al Presidente Cazzorla e a tutto il Consiglio Direttivo Sezionale, ha ringraziato gli associati per la nutrita e attenta partecipazione, augurando a tutti un buon inizio di stagione ricco di soddisfazioni.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente