Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Lezioni tecnica di Angelo Montesardi della CAN 5

Maria Iolanda Spada - 23/10/2017, 13:00

Sezione di Termoli
Ormai da diversi anni, come consuetudine, si organizzano riunioni tecniche che portano nelle sezioni arbitrali italiane i massimi esponenti dell’AIA. Nell’ambito del tour di quest’anno la Sezione di Temoli ha ospitato, lo scorso 20 ottobre, Angelo Montesardi, Responsabile della CAN 5, la commissione designatrice del futsal nazionale.
Durante la riunione Montesardi ha presentato il lavoro svolto dalla squadra che collabora con lui nella gestione del secondo organico nazionale di arbitri più vasto, dopo la CAN D. Ha poi illustrato il portale che tutti i fischietti alle sue dipendenze hanno a disposizione per monitorare il loro andamento tecnico e fisico, nonché l’analisi dello “stile arbitrale” di ognuno tramite il rilevamento delle sanzioni tecniche e disciplinari, le quali danno agli arbitri l’opportunità di avere un quadro d’insieme del proprio andamento e poter comprendere quali sono gli aspetti da migliorare.
Inoltre, sempre il Responsabile della CAN 5, ha posto in visione dei video di gare nazionali in cui si portava all’attenzione della platea la grande rapidità del Futsal e di conseguenza il grande impegno che un arbitro di Calcio a 5 deve profondere durante la partita per non incorrere in errori di distrazione. Visto il ridotto spazio, quasi la stessa grandezza di un’area di rigore di un campo di calcio a 11, in cui 10 calciatori devono giocare, è importantissima la gestione delle panchine da parte della squadra arbitrale designata, due arbitri in gara, un cronometrista e un terzo arbitro.
Oltre alla presenza degli associati termolesi e ad alcuni rappresentanti delle altre sezioni molisane, è stato presente il Presidente del Comitato Regionale del Molise, Alessandro Petrella.
A conclusione della riunione tecnica il Presidente, Andrea Salladina, ha voluto omaggiare l’ospite con un piccolo pensiero, un modellino del tipico trabucco, casette in legno costruite su palafitte nel mare per pescare, fatto a mano da un artigiano locale, come simbolo della città di Termoli. Il presidente del CRA Molise, Alessandro Petrella, ha omaggiato l’ospite con la maglia di rappresentanza del Comitato.

In copertina: l’ospite nella presentazione della RTO. In gallery: visione di video sul Calcio a 5; gli associati durante la riunione; consegna dell’omaggio da parte del Presidente di Sezione Andrea Salladina; consegna dell’omaggio da parte del Presidente del CRA Molise Alessandro Petrella; Andrea Salladina, Angelo Montesardi, Luigi Rettino e Andrea Nasillo.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente