Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

CRA Calabria e LND illustrano le novità della Stagione

Francesco Leone - 02/11/2017, 17:30

Sezione di Catanzaro
Saverio Mirarchi, Presidente del Comitato Regionale Calabro della Lega Nazionale Dilettanti e Francesco Longo, Presidente del Comitato Regionale Arbitri della Calabria, sono stati i graditi ospiti dell’ultima riunione tecnica della Sezione di Catanzaro, svoltasi presso la sala dell’AVIS lo scorso 16 ottobre.
I lavori sono stati aperti dal Presidente della Sezione, Francesco Falvo, e dal padrone di casa, Francesco Parrottino, Presidente dell’AVIS della Provincia di Catanzaro.
I due ospiti sono stati introdotti da un video curato da Fabio Garcea.
Saverio Mirarchi ha voluto ribadire un concetto che gli è caro: lui non si sente ospite della Sezione, ma un amico; egli ha ricordato la sua vicinanza al mondo arbitrale (il padre Dante è stato arbitro di calcio), nonché il rispetto che lui, nelle vesti di calciatore ed allenatore, ha sempre nutrito verso la figura dell’arbitro. Ha quindi annunciato che, dalla corrente Stagione Sportiva, sarà presente, nel campionato “Amatori”, una squadra composta da detenuti reclusi nella Casa Circondariale di Catanzaro. Tutte le partite di questa formazione saranno giocate all’interno dell’Istituto di pena e sarà onere, quindi, degli arbitri catanzaresi dirigere queste gare.
Il Comitato Regionale Calabro ha organizzato anche un torneo destinato alle persone diversamente abili; per tale motivo, gli arbitri calabresi saranno chiamati a dirigere le partite di questo nuovo campionato.
Il Presidente della LND, infine, ha voluto ribadire il suo personale impegno per debellare la violenza dai campi di calcio.
Il Presidente Francesco Longo, nel prendere la parola, ha voluto ringraziare Saverio Mirarchi per il lavoro svolto e ha ricordato, alla platea, l’incontro che questi ha avuto con il Prefetto di Catanzaro per affrontare, con misure incisive, il problema della violenza ai danni degli arbitri.
Il Presidente del CRA ha quindi presentato la sua rivoluzione culturale per quanto concerne gli arbitri calabresi al cui centro c’è sempre la Sezione, che rappresenta il centro di formazione continua. Ha inoltre parlato dell’opera avviata per migliorare la prestazione dei fischietti calabresi ed ha illustrato la scheda di autovalutazione, che ogni arbitro, inquadrato nel campionato di Eccellenza, deve compilare, al termine di ogni gara diretta. Un’iniziativa ritenuta molto importante nell’attività di formazione.
L’arbitro deve capire, ha precisato in chiusura, che occorre essere professionali: è necessario, quindi, allenarsi ed aggiornarsi, in maniera costante, e bisogna migliorare la comunicazione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente